So 00’s albums: Damien Rice - O

so00damien

La musica è sempre andata avanti fra mode passeggere, "movimenti musicali" più o meno diffusi e pura evoluzione, ma se c'è una categoria di artisti che continua ad esistere da anni, è quella dei cantautori.

Dopo le lezioni dei maestri Bob Dylan, Neil Young e Nick Drake, ogni generazione ha avuto i suoi cantautori armati di chitarra acustica e poco altro, dal Tom Waits degli anni '80 al compianto Elliott Smith degli anni '90. Nell'ultima decade si sono alternate tante "nuove leve" molto interessanti: Sufjan Stevens, Bon Iver, Bonnie 'Prince' Billy, Andrew Bird e Damien Rice. "O" di Damien Rice, uscì nelle sue prime versioni già nel 2002 ma è solo nel 2003 (anche 2004 in alcuni casi) che raggiunse gli scaffali di mezzo mondo, portando alla ribalta il giovane irlandese.

Musica scarna la sua... musica che vuole colpire prima di tutto il lato emotivo dell' ascoltatore. Il risultato sono dieci brani dal sapore (un po' troppo?) romantico (e qui viene in aiuto la "compagna di viaggio" Lisa Hannigan), dieci brani destinati a rimanere nella storia del genere e non solo, dieci brani fra cui troviamo alcuni piccoli capolavori come "Cannonball", "Volcano", "Cold Water" e "The Blower's Daugther", finite tra l'altro in numerosi telefilm e film ("The Blower's Daugther" ad esempio ha vissuto una seconda vita grazie al film "Closer").

Dopo "O", Damien ha pubblicato nel 2006 il suo secondo album, "9", meno riuscito del primo ma comunque sopra alla media e pieno di ottimi pezzi, come dimostra il singolo "9 Crimes".

Cannonball

The Blower's Daughter

Volcano

Cold Water

  • shares
  • Mail