I migliori album del 2012 secondo NME e Pitchfork

I migliori album del 2012 secondo NME e Pitchfork

Ci siamo, l'anno sta per finire e continuiamo a cimentarci con la classifica più amata e odiata, quella che genera il maggior numero di discussioni e critiche: quali sono i migliori album del 2012? Noi di Soundsblog vi stiamo proponendo alcune delle liste, vediamo oggi quelle di NME e Pitchfork.

Solita attitudine molto british (come suoni e nomi) per il New Musical Express che piazza "Blunderbuss" di Jack White, "Love this giant" di David Byrne & St Vincent e "Coexist" degli xx appena fuori dai primi dieci, escludendo anche un disco (giustamente) osannato come "Shields" dei Grizzly Bear che Pitchfork mette in decima posizione.

Favore restituito visto che, se per NME "Lonerism" dei Tame Impala è il migliore album dell'anno, Pitchfork lo snobba un po' e gli regala un quarto posto fuori dal podio. Entrambi concordano sulla bellezza "Channel orange" di Frank Ocean (secondo posto per Pitchfork e terzo per NME che gli preferisce di poco i Grimes), ma è la webzine indie a giocarsela più coraggiosamente decretando il capolavoro hip-hop "good kid, m.A.A.d. city" di Kendrick Lamar come il disco da avere del 2012. Cosa ne pensate?

  • shares
  • Mail