Canzoni di Natale: da White Christmas ad oggi, tutti i brani da ascoltare nelle festività natalizie

Tutte le più belle canzoni di Natale su Soundsblog dal 1940 ai giorni nostri, leggi i titoli su Soundsblog

Canzoni_di_Natale

Vi abbiamo parlato da poco di “All I want for Christmas is you” di Mariah Carey, una delle canzoni simbolo del Natale degli ultimi anni.

Oggi vogliamo, invece, elencarvi alcuni dei pezzi più famosi e di maggior successo a partire dal Natale del 1940 negli Usa. Decenni e decenni di canti natalizi e hit reinterpretate nel corso del tempo da altri artisti.

Cliccate dopo il salto per fare un viaggio nella memoria e scoprire insieme alcune canzoni che forse non conoscevamo o non ricordavamo più. Un elenco lungo e indispensabile per le feste

1940-1949

    Ecco i primi classici come “White Christmas” (1942), “I’ll Be Home For Christmas” (1943), “Have Yourself a Merry Little Christmas” (1944), “The Christmas Song (Chestnuts Roasting on an Open Fire)” (1946), “Rudolph the Red Nosed Reindeer” (1949) e “Here Comes Santa Claus” (1947). A queste si aggiungono “Baby, It’s Cold Outside” (1944), “Let It Snow” (1945) e la versione strumentale di “Sleigh Ride” (1949). Il testo venne scritto solamente un anno dopo, nel 1950.

    Ci sono anche alcuni pezzi R&B come “Merry Christmas, Baby” (1947), “What Are You Doing New Year’s Eve?” (1947), “All I Want for Christmas (is My Two Front Teeth)” (1948) e “Mele Kalikimaka” (1949)

1950-1959

    Continua il periodo d’oro della musica natalizia con nuovi pezzi dal sapore pop, jazz, R&B e anche le prime versioni rock&roll: “Marshmallow World” (1950),“Frosty the Snow Man” (1950), “(Everybody’s Waitin’ For) The Man with the Bag” (1950), “Silver Bells” (1950) e “Christmas in Killarney” (1950), “It’s Beginning to Look a Lot Like Christmas” (1951), “Santa Baby” (1953) e “(There’s No Place Like) Home for the Holidays” (1954)

    Nel 1952 fu un successo “I Saw Mommy Kissing Santa Claus”, nel 1958 “The Chipmunk Song (Christmas Don’t Be Late)” al punto da vincere ben tre Grammy Awards nello stesso anno. Nel 1957 sale il ritmo con “Jingle Bell Rock”, seguito l’anno dopo da “Rockin’ Around The Christmas Tree”, chiudendo il decennio sotto le note -già anticipato- del rock&roll.

1960-1969

    Ecco arrivare “It’s The Most Wonderful Time of the Year” (1963), “Little Saint Nick” (1963), “Pretty Paper” (1963), e “We Need a Little Christmas” (1966), “Christmas (Baby Please Come Home)” (1963) “Someday at Christmas” (1966), “Please Come Home for Christmas” (1960), e “Christmas Ain’t Christmas (Without the One You Love)”. Vi furono anche due brani per i più giovani, come Dominick the Donkey (The Italian Christmas Donkey)” (1960) e “Snoopy’s Christmas” (1967). Sempre in quel decennio vi furono tre speciali d’animazione in tv che diedero vita a molte hit: “Rudolph the Red-Nosed Reindeer,” (1964) “A Charlie Brown Christmas (1965) “How The Grinch Stole Christmas” (1966)

1970-1979

    Proseguì la moda del rock che influenzò così anche i pezzi natalizi. Ecco alcune canzoni del periodo “Feliz Navidad” (1970), “Merry Christmas Darling” (1970), “River” (1971) “Happy Xmas (War is Over)” (1971) “This Christmas” (1972), “Step Into Christmas” (1973), e “I Believe in Father Christmas” (1975). “Wonderful Christmastime,” “Grandma Got Run Over By A Reindeer,” e “Christmas Rappin” uscirono a fine decennio, nel 1979. Paul McCartney ha scritto, prodotto e suonato Wonderful Christmastime, diventando così l’unico detentore dei diritti d’autore del pezzo. Ha avuto numerose cover nel corso degli anni, da Demi Lovato e Kelly Clarkson: ogni volta Paul è stato pagato. Secondo un calcolo recente, del 2010, grazie ai soli diritti di questo pezzo, Paul ha ottenuto qualcosa come quindici milioni di dollari.

1980-1989

    Insieme agli anni 90, sono stati meno creativi dal punto di vista di creazione di pezzi originali. Nonostante questo, proprio le canzoni di questo periodo sono quelle tra le più conosciute e note anche ai giorni nostri. “Same Old Lang Syne”è del 1980 e si adatta bene sia al periodo natalizio che a quello di Capodanno. Arrivarono poi “Christmas Wrapping” (1981), “Christmas is the Time to Say ‘I Love You.’”, “Christmas in Dixie” e “2000 Miles.”. Nel 1984 uscirono la celebre “Last Christmas”, “It Must Have Been the Mistletoe” e “Do They Know It’s Christmas?” di Band Aid. Nel 1989 i Vince Vance & The Valiants pubblicarono la canzone omonima “All I want for Christmas is You”

1990-1999

    Nel 1992 è il turno di “Mary, Did You Know?”, “Christmas All Over Again,” “Christmas Through Your Eyes,” di Gloria Estefan e “All Alone on Christmas” di Darlene Love. Nel 1994 ecco una delle più celebri hit, “All I Want for Christmas Is You” di Mariah Carey.

2000-2012

    Arriviamo al 2000 ma è ancora presto per definire quali diventeranno veri e propri classici: Faith Hill con “Where Are You Christmas?” (2000), “Believe” di Josh Groban (2004), “Christmas Lights” dei Coldplay (2010) e Justin Bieber con “Mistletoe” (2011)

Fonte | Getty Images