AmbraMarie – Quello che resta testo e video ufficiale

Quello che resta, testo e video ufficiale nuovo singolo AmbraMarie dall’album 3Anni2Mesi7Giorni

Porta per titolo Quello che resta, il nuovo attesissimo singolo (con relativo videoclip) di AmbraMarie contenuto in 3Anni2Mesi7Giorni, in uscita oggi. Registrato al Westlink Studio di Pisa con il produttore artistico Alessandro Paulucci (Prozac+ , Vanilla Sky, Baustelle) e masterizzato al Vanara Studio di Rivoli e ai Massive Arts Studios di Milano, l’album presenta AmbraMarie in modo completo, con brani in inglese e in italiano, oscillando fra il pop e il rock in modo uniforme, intimo e talvolta più aggressivo, senza mai uscire dal carattere rock dell’artista.

Il team dell’ex concorrente di X Factor annovera inoltre la presenza di Steve Lyon (Depeche Mode, The Cure, Paul McCartney) che ha collaborato attivamente alla stesura dei testi e agli arrangiamenti vocali nonchè al mixaggio finale. Una gradita sorpresa è inserita nel brano Regina di Cuori in duetto con Pino Scotto. A seguire, trovate la tracklist completa del cd con testo e clip musicale del pezzo di lancio.

TRACKLIST

1. TELL ME WHERE YA BEEN
2. SOLA
3. MY ENEMY
4. CIELO DI RUGGINE
5. ONCE A YEAR
6. NULLA ESISTE
7. 13 DAYS
8. QUELLO CHE RESTA
9. OUT OF MY BED
10. VIOLA
11. SOLO CENERE
12. GUARDAMI
13. CRASHING DOWN
BONUS TRACK: REGINA DI CUORI (FEAT. PINO SCOTTO)

AmbraMarie – Quello che resta testo

Aspetto qui
lui mi odierà
io resto qui
lui non lo sa
ma c’è qualcosa che non ho
non ho non ho più da tempo
lui sospetterà di me
tra i suoi progetti
e i suoi perché
dentro la sua testa
ha solo me che non so più recitare
che non so più farmi male
è solo polvere
è solo l’abitudine
è fragile come un ricordo
che non c’è
è solo polvere
è solo l’abitudine
le lacrime sopra un racconto inutile
quello che resta
dentro la stanza è immobile
dietro la porta aspetto
che qualcuno fermi la mia idea
la volontà che strappa via
avrei voluto darti me
avrei voluto dirti che
noi danzavamo su una musica
che non c’è stata mai
e non so più parlare
e non so più farmi male
è solo polvere
è solo l’abitudine
è fragile come un ricordo
che non c’è
è solo polvere
è solo l’abitudine
le lacrime sopra un racconto inutile
quello che resta.
è solo polvere
è solo l’abitudine
è fragile come un ricordo
che non c’è
è solo polvere
è solo l’abitudine
le lacrime sopra un racconto inutile
quello che resta.