Blink 182: 14 curiosità sulla band che forse non sapevate…

Storia, curiosità, informazioni, news e aggiornamenti sui Blink 182 in uscita con due album: prima di Natale 2012 e a febbraio 2013

Dopo la fine del rapporto con la Interscope Records, i Blink 182 non si arrendono e hanno già annunciato i loro prossimi lavori.

Un EP uscirà il 18 dicembre mentre il vero e proprio album potrebbe veder la luce nel febbraio 2013. Per loro, la fine con la casa discografica che li ha seguiti negli ultimi anni è sinonimo di libertà. Riusciranno ad imporsi e riacquistare il successo? Lo scopriremo nei prossimi mesi.

Oggi, dopo il salto, per i fan della band, vi regaliamo una serie di curiosità. Le sapevate tutte?

  • Il loro nome originale era Blink ma una band irlandese omonima ha minacciato di fargli causa. Da qui la scelta di Blink 182.
  • Secondo una leggenda, il numero che segue Blink sarebbe dovuto al totale dei “Fu*k” pronunciati nel film “Scarface”.
  • Tom DeLonge crede davvero negli alieni. Non per niente la sua canzone preferita, Aliens exist parla proprio dell’esistenza degli Extraterrestri.
  • Mark Hoppus era l’unico membro della band a non avere un tatuaggio. Adesso, però, ne ha anche lui due: uno per la moglie, l’altro in onore alla figlia
  • Tom è stato espulso da scuola quando aveva quindici anni per aver bevuto durante una partita di basket
  • La canzone “Josie” è stata chiamata così per il cane di un loro vicino di casa
  • Scott Raynor è stato il loro batterista originale ma è stato licenziato nel 1998 per abuso d’alcol
  • Travis Barker è stato batterista anche per un’altra band, gli Aquabats. Il suo soprannome era Baron Von Tito. Prima di allora era un operatore ecologico
  • “What’s my age again”, all’inizio, si intitolava “Peter Pan Complex”
  • All The Small Things è stata ispirata dalla band preferita di Tom, i Ramones
  • Mark, Tom, e Travis sono apparsi nel primo “American Pie”
  • Il video di “All The Small Things” è stato girato nella stessa spiaggia usata per il video degli One Direction, “What Makes You Beautiful”
  • Prima di “Enema of the State” erano stati presi in considerazione altri titoli per l’album: “Turn Your Head and Cough,” “Viking Wizard Eyes,” e “Blink-182: Electric Boogaloo.”
  • Nella cover di “Enama of the State” c’è la celebre attrice di film per adulti, Janine Lindemulder

I Video di Soundsblog