Rihanna: “A volte mi vedono come una banconota”

A volte le persone con cui lavoro mi vedono come una banconota. Dietro la mia immagine vedono numeri e vedono un prodotto. Io mi vedo più come artista che esprime la propria arte. Parole di Rihanna

di nathan

Sicuramente Rihanna è una delle cantanti più acclamate e seguite degli ultimi tempi. Dal suo debutto discografico avvenuto nel 2005 con l’album “Music of the Sun“, il suo look e la sua musica si sono evoluti in molteplici sfaccettature.

Molti produttori e artisti hanno sempre cercato di lavorare con lei, perché – ammettiamolo- tutto quello che fa Rihanna porta sempre degli ottimi risultati in termine di guadagno e non solo (basta pensare che, ad oggi, ha venduto oltre 25 milioni di dischi nel mondo e oltre 60 milioni di copie di singoli).

In primis a farlo è la sua casa discografica la Roc Nation che a pochi giorni dall’uscita di “Unapologetic“, ha già programmato un calendario di quasi un anno, a partire dal tour promozionale 777 e del Diamonds World Tour.

Rihanna d’altro canto riguardo a tale situazione ha dichiarato:

“A volte le persone con cui lavoro mi vedono come una banconota. Dietro la mia immagine vedono numeri e vedono un prodotto. Io mi vedo più come artista che esprime la propria arte. Se non mi piacesse quello che faccio non mi farei trattare cosi: in tal caso sarebbe come trattarmi da schiava”.

A mio parere Rihanna è una cantante da non sottovalutare, perché forse non sarà ricordata per la sua voce potente, ma ha dimostrato di essere sicuramente un’abile entertainer. In attesa del riscontro sulle vendite di Unapologetic, pensate che sarebbe stata meglio una pausa di qualche anno o concordate con la scelta di pubblicare il nuovo album? Meglio battere il ferro fin che è caldo?

E per voi? Rihanna è artista o solo prodotto/banconota?

I Video di Soundsblog