Il concerto del Primo Maggio è salvo. Con Vasco sul palco anche Velvet, Casino Royale e Giorgia

L’appello lanciato attraverso i media ha funzionato ed alla fine è arrivata la lieta novella: il concertone del Primo Maggio è salvo, si farà come da tradizione a Roma in Piazza San Giovanni e potrà contare su nuovi artisti che si esibiranno. Evviva evviva.

A comunicarlo è Marco Godano, lo stesso organizzatore che 20 giorni addietro aveva lanciato l’S.O.S. finanziario: dei 900mila euro che servivano per coprire i costi, ne sono stati trovati 750mila grazie all’aiuto di vecchi e nuovi sponsor. I restanti 150mila sbucheranno da qualche parte, ci sono contatti ancora aperti con diverse aziende. Il più è fatto e si può garantire per l’avvenimento, che verrà presentato ufficialmente lunedì prossimo in una conferenza stampa che vedrà presenti i 3 Segretari dei Sindacati Confederali.

Ci sono novità anche riguardo alla line-up: sono stati assoldati Velvet e Casino Royale, che dunque affiancheranno (tra gli altri) i già noti Vasco Rossi, Caparezza, Edoardo Bennato, Nomadi, Bandabardò, Asian Dub Foundation, Motel Connection, Manuel Agnelli (Afterhours) e Cristiano Godano e Gianni Maroccolo (Marlene Kuntz).

Aggiornamento Sono emersi i nomi di altri artisti che si esibiranno il Primo Maggio: Giorgia, Paola Turci, Marina Rei, Paolo Fresu, Enzo Avitabile con i Bottari, PFM e Mauro Pagani.

Godano ha nuovamente auspicato un intervento diretto dello Stato per le edizioni a venire del concertone, invitando le Autorità a finanziare eventi culturali di interesse nazionale come già avviene in Paesi come la Francia.

Voi condividete oppure no questa proposta? Credete sia giusto sovvenzionare con soldi pubblici questo genere di manifestazioni oppure dovrebbero continuare a farcela solo con le proprie forze?

  • shares
  • Mail