No Doubt: Looking Hot, l’accusa di razzismo, il video ritirato e le scuse della band

Guarda il video di Looking Hot dei No Doubt, censurato perchè offensivo per la comunità indiano-americana

Looking hot Gwen Stefani

Un periodo non particolarmente fortunato per i No Doubt. Il loro ultimo album “Push and Shove”, dopo sole cinque settimane, è scivolato alla 71esima posizione della Billboard 200.

Il primo singolo “Settle Down” e il successivo “Push and shove” non hanno ottenuto l’attenzione sperata e così ecco la decisione di lanciare il terzo estratto, Looking Hot. Pochi giorni fa, è uscito anche il video della canzone. Dopo nemmeno ventiquattro ore, è stato eliminato dallo stesso gruppo dal canale YouTube/Vevo

E il motivo?

Nelle immagini, Gwen Stefani era vestita da indiana e questo pare abbia infastidito la comunità indiana-americana, proprio a causa di stereotipi sulla cultura Nativa.

E così, la scelta di togliere il video ‘incriminato’, accompagnato da un comunicato stampa ufficiale del gruppo:

“La nostra essenza di band multirazziale si basa sulla diversità e sul rispetto per le altre culture. Non era nostra intenzione, con il video, offendere o ferire o prendere in giro il popolo dei Nativi Americani, la loro cultura, la loro storia. Nonostante ci fossimo consultati con amici Nativi Americani e con esperti dell’Università della California, ci siamo resi conto solo ora di averli offesi. Questa è per noi una grande preoccupazione e stiamo provvedendo a rimuovere il video. La musica che ci ha ispirato quando abbiamo fondato la band, insieme alla comunità di amici, famigliari e fan che ci circonda, è stata sempre costruita sul rispetto, sull’unità e sull’apertura. Chiediamo scusa sinceramente alla comunità dei Nativi Americani e a chiunque altro si sia sentito offeso da questo video. Essere offensivi verso qualcuno non fa parte di noi”

Curiosi di vederlo? Cliccate qui sotto prima che magicamente sparisca ancora.

Giudicate così offensivo quello che avete appena visto?