Michael Jackson, Thriller: quindici curiosità sul video

Halloween 2013 è alle porte, ecco alcune curiosità sulla canzone di Michael Jackson, Thriller

Thriller Michael Jackson curiosità e news

Thriller è forse uno dei video e delle canzoni più conosciute di Michael Jackson.

I fan la sanno probabilmente a memoria ma anche chi non segue scrupolosamente il cantante non può non averla sentita o conoscere le atmosfere “horror” del celebre video che accompagna la canzone. Dopo il salto, vogliamo dirvi alcune curiosità che forse non conoscevate su Thriller. E, una volta lette, diteci: sapevate tutto tutto?

  • Un dirigente della Sony era andato letteralmente su tutte le furie, rifiutandosi di concedere il budget di 900.000 dollari che Michael Jackson aveva richiesto per il video, facendo scendere la cifra a 500.000. Per bilanciare le spese, il cantante riuscì a vendere un documentario sul dietro le quinte a Mtv per 250.000$ e a Showtime per 300.000$
  • Dopo il rifiuto di concedere il budget richiesto, Jackson ribattè: “Allora me lo finanzierò io!”. Ma il regista e la produzione si opposero, anche perchè, a quei tempi, Michael viveva ancora a Encino, California, con i suoi genitori
  • Quando i Testimoni di Geova scoprirono che stava girando un video con i lupi mannari minacciarono di scomunicare il cantante perchè aveva violato le regole ferree sull’occulto. Venuto a conoscenza di questa possibilità, MJ ordinò che il materiale video venisse distrutto ma il produttore nascose la pellicola fino a quando non cambiò idea.
  • Michael si frequentò per un periodo con Ola Ray, la ragazza protagonista insieme a lui del video
  • Ola Ray fu modella per Playboy nel 1980
  • Thriller è stato il settimo singolo estratto dall’omonimo album, un anno dopo la pubblicazione dell’Lp. Era già il più venduto, dopo l’uscita del video l’album raddoppiò i dati di vendita
  • I costumi che vedete nel video sono abiti rielaborati che arrivano direttamente… dall’Esercito della Salvezza!
  • Thriller è stato trasmesso al cinema, per una settimana, a Westwood, in California. E’ stato proiettato prima di “Fantasia” proprio per poter essere, eventualmente, nominato agli Oscar come cortometraggio. Una mossa furba che però non ottenne il risultato sperato: nessuna candidatura per lui.
  • The Making of Michael Jackson’s “Thriller, è una delle VHS più vendute nella storia: oltre al backstage c’era anche il video integrale. Fu immesso sul mercato ad un prezzo inferiore di una classica videocassetta: boom assoluto
  • Durante la prima edizione degli Mtv VMA, nel 1984, Thriller fu candidato per la categoria Video of The Year. A sorpresa, fu sconfitto dal video surreale “You Might Think” dei The Cars. Più avanti, Mtv indicò il brano di Jackson come “Greatest Music Video Ever Made”
  • La Library of Congress nel 2009 ha definito il video come “culturalmente, storicamente ed esteticamente significativo”
  • Il regista del video è John Landis, non nuovo ai lupi mannari: Michael lo assunse anche perchè era stato regista del film “Un lupo mannaro americano a Londra”, uscito nel 1981
  • John Landis ha inserito la stessa scritta utilizzata nella sua celebre pellicola horror: “All characters and events in this film are fictitious. Any similarity to actual events or persons living, dead, (or undead) is purely coincidential”.
  • Parte dell’ispirazione per il video deriva da uno scherzo subìto da Michael Jackson: quando era piccolo il padre si è arrampicato in camera sua, sbucando dalla finestra con una maschera mostruosa e urlando, nel cuore della notte. Questo metodo spaventoso fu voluto per convincere il figlio a chiudere la finestra mentre dormiva, cosa ripetutagli troppe volte senza alcun risultato.
  • La celebre giacca rossa del cantante, disegnata da Deborah Nadoolman, è stata venduta per 1,8 milioni di dollari

Qui sotto, un video per imparare il famoso ballo. Non avete più scuse.