Kerli con “Love Is Dead” diventa una Björk in chiave moderna

Presentazione: Ecco “Love Is Dead”, l’album d’esordio della bravissima Kerli, cantante proveniente dall’Estonia che ha incantato tutti con il successo “Walking On Air“.Giudizio complessivo: La piacevolezza di questo disco la si può notare già dal primo minuto della prima canzone: la facilità con la quale Kerli riesce a passare da uno stile all’altro, senza perdere

Presentazione: Ecco “Love Is Dead”, l’album d’esordio della bravissima Kerli, cantante proveniente dall’Estonia che ha incantato tutti con il successo “Walking On Air“.

Giudizio complessivo: La piacevolezza di questo disco la si può notare già dal primo minuto della prima canzone: la facilità con la quale Kerli riesce a passare da uno stile all’altro, senza perdere quel filo conduttore caratterizzato dal surreale/gotico che è esperibile nella sua voce e nella sua musica, fa si che la bella estone possa candidarsi tranquillamente come degna erede della più famosa Björk, portando comunque con se qualche elemento di novità rispetto all’artista appena citata in modo che possa trovare una sua indipendenza nel panorama musicale, escludendo così la possibilità di accostamenti che prima o poi potrebbero risultarle stretti.

Che si parli di pop, di rock, di r&b, di hip hop, di elektro o di alternative l’impeccabilità sonora, la positività, la freschezza e la professionalità sono assicurate. Una minestra che non giunge come “riscaldata” ma che dimostra di essere molto gustosa. Ottimo lavoro!

Lista tracce – Voto:

Love Is Dead – 8
WalKing On Air – 9 (miglior traccia)
The Creationist – 7
I Want Nothing – 7
Up Up Up – 6

Bulletproof – 8
Beautiful Day – 7
Creepshow – 8
Hurt Me – 7
Butterfly Cry – 6 (peggior traccia)
Strange Boy – 7
Fragile – 8

Voto complessivo – 7.3

Ultime notizie su Novità discografiche

Tutto su Novità discografiche →