Colonne sonore James Bond: le dieci canzoni più belle per Rolling Stone

Le canzoni più belle dele colonne sonora di James Bond 007, leggi la top ten su Soundsblog

Canzoni 007

Adele è l’ultima, in ordine di tempo, ad essere scelta come interprete per la colonna sonora del nuovo film di James Bond, Skyfall.

La rivista Rolling Stone ha invece indicato una top ten delle migliori colonne sonore del ciclo di pellicole con l’agente 007 al centro della trama. Le potete leggere dopo il salto. Quale altra avreste indicato?

Tom Jones, ‘Thunderball’ (1965)

Fu scelto dai produttori del film dopo il grande successo ottenuto dal brano “It’s Not Unusual”. Erano stati contattati, prima di lui, anche Shirley Bassey, Dionne Warwick e Johnny Cash

Louis Armstrong, ‘We Have All the Time in the World’ (1969)

Louis Armstrong ai tempi era malato ma riuscì a registrare il pezzo in una sola registrazione. Morì poi due anni dopo

Matt Monro, ‘From Russia With Love’ (1963)

Fu scelto Matt Monro che non ebbe mai un vero e proprio boom in America ma ebbe notevole seguito in Europa

Madonna, ‘Die Another Day’ (2002)

Madonna era reduce da Ray of Light e Music: fu la voce dell’ultimo film di James Bond interpretato da Pierce Brosnan. Ebbe un successo enorme in tutto il mondo

Duran Duran, ‘A View to a Kill’ (1985)

Fu una delle band più importanti del mondo ad essere messe sotto contratto per la pellicola di James Bond.

Shirley Bassey, ‘Diamonds Are Forever’ (1971)

Il pezzo ebbe un grande successo, la Bassey fu scelta poi per dare la voce alla colonna sonora del film del 1979 ma non ebbe lo stesso riscontro

Nancy Sinatra, ‘You Only Live Twice’ (1967)

Fu scelta dopo il successo della sua “These Boots Are Made For Walkin”

Carly Simon, ‘Nobody Does It Better’ (1977)

Ha lo stesso titolo della pellicola dell’agente segreto, raggiunse la seconda posizione della chart ma il pezzo della Simon non fu quasi mai ricollegato alla colonna sonora del film

Shirley Bassey, ‘Goldfinger’ (1964)

Fu il primo grande successo della cantante a livello internazionale.

Paul McCartney and Wings, ‘Live and Let Die’ (1973)

Grande canzone che ebbe una seconda giovinezza, in seguito, con la cover dei Guns N’ Roses

I Video di Soundsblog