Jennifer Hudson canta l’inno americano

Dopo aver acclamato Bruce Springsteen e il suo miniconcerto tenutosi questa notte durante il Superbowl 2009, parliamo di un’altra artista che si è esibita durante la stessa cerimonia ovvero Jennifer Hudson, la quale si è cimentata nell’ennesima versione dell’inno americano. Potete vederla cliccando qui.Dato come presupposto di base la bellezza del pezzo, bisogna dire che


Dopo aver acclamato Bruce Springsteen e il suo miniconcerto tenutosi questa notte durante il Superbowl 2009, parliamo di un’altra artista che si è esibita durante la stessa cerimonia ovvero Jennifer Hudson, la quale si è cimentata nell’ennesima versione dell’inno americano. Potete vederla cliccando qui.

Dato come presupposto di base la bellezza del pezzo, bisogna dire che la cantante l’ha cantato con così grossa maestria che per un momento ha fatto sentire anche me statunitense nonostante le mie radici siano radicate saldamente nel territorio italiano. Insomma: mi ha fatto emozionare così tanto che non potevo non citarla in questo post.

La cosa strana e che mi ha colpito di più è che per una volta non ha cantato quei suoi mille cambi di melodia molto personalizzati mostrando una fedele riproposizione di ogni singola nota: quindi le sfasature che a molti non piacciono non ci sono state (tranne in qualche piccola parte) ed il tutto si è fatto ben gradire. Sublime l’acuto finale. E a voi è piaciuto?