Rock Economy in diretta su Canale 5, il liveblogging: il finale con Prisencolinensinainciusol

Adriano Celentano live all’Arena di Verona 2012: guarda la diretta streaming trasmessa su Canale 5

E’ la volta di “Woman in love”, seguita da “Prisencolinensinainciusol” e la prima serata si conclude qui!

Mezza Luna Morandi Celentano

Dopo un infinito discorso senza alcuna conclusione concreta il pubblico che batteva le mani tutto entusiasta e passato da “Hip Hip Urrà” a sbattere i piedi con “Basta!”, “Canta!” e fischi vari.

scende la pioggia morandi celentano

Ed ecco arrivare Gianni Morandi che bussa al portone e duetta con Celentano in “Scende la pioggia”

Ospiti rock economy prima serata

E’ il momento degli ospiti Jean-Paul Fitoussi, Gian Antonio Stella e Sergio Rizzo con un microfono che non risuona bene e provoca effetto audio da allucinazione.

I ragazzi della via Gluck

Dopo l’ennesima pausa, riappare (era uscito, sì) Celentano per cantare “I ragazzi della via Gluck

Celentano Cammino

Celentano torna a cantare, Cammino.

Celentano rock economy

No vabbè, siamo arrivati agli Hip Hip Urrà. Dopo la pausa di cinque minuti abbondanti, si ritorna a cantare

Inizia il discorso e il pubblico dell’Arena di Verona è più indisciplinato di quelli accorsi a vedere la Amoroso e la Marrone. Urla, commenti, entusiasmo strillato come teenager inarrestabili. Scatta anche l’ovazione. E Celentano inizia a bere acqua

celentano l'artigiano

Pubblicità e si torna con L’artigiano

    Chi non paga le lasse e’ ingiusto
    questo dice la societa’
    ora pero’ che son giusto
    sono senza una lira.
    Ma c’e’ stato forse un errore
    si ma c’e’ stato forse un errore
    non volevan farmi del male no
    si c’e’ stato forse un errore
    il ministro del soldi degli altri
    ora sta’ parlando in t.v.
    dice che ancora non basta
    bisogna pagare di piu’.
    C’e’ senz’altra un piccolo errore
    c’e’ senz’altra un piccolo errore
    anche lor lalvolta sbagliano
    c’e’ senz’altra un piccolo errore.
    Ma non….. passo piu’ ascoltare
    questo drammatico show
    del caro ministro
    devo spegnere la t.v.
    La mia moglie vuoi mangiare,
    e su questo vecchia televisore
    devo subito apparecchiare
    neanche il tavolo m’han lascialo.
    Ero l’ultimo degli artigiani
    e nessuno meglio di me
    scolpiva nel legno
    l’arte del lavoro che ormai
    e’ un mestiere che sta’ morendo,
    il lavoro e’ un’arte che sta’ morendo
    nella tomba con se’ si porta dietro
    oh! anche il futuro del giovani
    del giovani del giovani del giovani del giovani
    del giovani del giovani del giovani del giovani
    del giovani del giovani del giovani del giovani
    del giovani del giovani del giovani del giovani
    del giovani del giovani del giovani del giovani
    Ma ora, che la mia mente e’ ferma
    perche’ creare piu’ non potro’
    sento scoppiare in festa
    un vuoto che marire mi fa.
    Soltanto l’ago mi puo’ salvare
    da quella noia che sta uccidendomi
    perche’ piu’ niente si fa con arte
    anche l’amore si fa in serie, armai.
    Perche’ il nostro capo di stato
    a noi italiani lui non da’
    un po’ di fiducia
    “miei cari italiani” direi
    “voi non siete piu’ obbligati
    a pagare le vostre tasse
    pagherete soltanto quello che
    voi pensate sia giusto darci”
    “Ma state attenti che il nostro paese
    senza il vostro aiuto non puo’
    andare avanti”
    questo agli italiani direi
    e sono certo che gill italiani
    diventerebbero piu’ compatti
    e quella sventola della lira
    in poco tempo fra le monete
    diventerebbero lei la regina.
    la regina la regina la regina la regina
    la regina la regina la regina la regina
    la regina la regina la regina la regina
    la regina la regina la regina la regina.

Pregherò Celentano Bonolis

E’ il momento di Pregherò (tanto amata da Paolo Bonolis, se ci tenete a saperlo)

Celentano Rock Economy

E’ il turno di Io sono un uomo libero. Cita Ivano Fossati “Posso fare un pezzo per te? E l’ha fatto” E’ un pezzo più difficile degli altri…”. Il pubblico urla “Adriano”, accompagnato da forti applausi. E si parte

    Esco di rado
    e parlo ancora meno
    mi hanno detto che vuoi vedermi
    e mi conosci bene, dici
    la vita è un viaggio
    lento ragazza mia
    ne destra ne sinistra
    Lazzaro si sveglia
    tutti i giorni e Caino
    gli porge il sale
    e non per la minestra
    e non per la minestra
    Sono stato un uomo tenero, ti dico
    un uomo vegetale
    sono stato a guardare la feroce
    bellezza del mondo
    lentamente trasformare
    lentamente trasformare
    Io sono un uomo libero
    ne destra ne sinistra
    sogno ancora credendo di pensare
    sogno ancora
    coi gomiti affacciato alla finestra
    affacciato alla finestra.
    Ma ci sono cantanti
    a cui non si puo credere
    ci sono poeti
    che non si può raggiungere
    qui tutti parlano e parlano
    o peggio scrivono e scrivono
    e cultura universale
    o biblioteca comunale.
    Fra il celeste e il profetico
    fra il religioso e il mistico
    il maschio e la sua conquista
    il puro e il diabolico
    fra il politico e il possibile
    il passero e l’azzurro profondo
    il rosso e il suo tramonto
    la voce e lo spirito
    scelgo di camminare in
    silenzio accanto a te vita mia
    che sono un uomo libero
    in questo mondo vita mia
    che sono un uomo libero
    in questo mondo
    sempre e sempre
    sempre e sempre
    sono un uomo libero
    sempre e sempre
    sempre e sempre
    Esco di rado
    e osservo molto come vedi
    alla vita mi vendo tutto
    dalla testa ai piedi
    la vita e’ un ballo verticale
    si impara un passo al giorno
    il prezzo dei passi sbagliati è un
    brutto foglio di viaggio
    e non c’ è ritorno
    e non c’ è ritorno
    Fra il celeste e il profetico
    fra il religioso e il mistico
    fra l’ inganno e la promessa
    il delirio fanatico
    la pace con le armi
    il politico e il possibile
    il passero e l’azzurro profondo
    la voce e lo spirito
    scelgo di camminare in silenzio accanto a te
    vita mia che sono un uomo libero
    in questo mondo vita mia
    che sono un uomo libero
    in questo mondo
    sempre e sempre
    sempre e sempre
    sono un uomo libero
    sempre e sempre
    sempre e sempre
    sempre e sempre.

Lato romantico, una delle canzoni con cui è ritornato ad un successo ancora più grande Adriano Celentano, L’emozione non ha voce, amato da ogni generazione.

L'emozione non ha voce

    Io non so parlar d’amore
    l’emozione non ha voce
    e mi manca un po’ il respiro
    se ci sei c’è troppa luce
    la mia anima si spande
    dove musica d’estate
    poi la voglia sai mi prende
    e si accende con i baci tuoi

    Io con te sarò sincero
    resterò quel che sono
    disonesto mai lo giuro
    ma se tradisci non perdono
    ti sarò per sempre amico
    pur geloso come sai
    io lo so mi contraddico
    ma preziosa sei tu per me

    Fra le mie braccia dormirai
    serenamente
    ed è importante questo sai
    per sentirci pienamente noi
    un’altra vita mi darai
    che io non conosco
    la mia compagna tu sarai
    fino a quando so che lo vorrai

    Due caratteri diversi
    prendon fuoco facilmente
    ma divisi siamo persi
    ci sentiamo quasi niente
    siamo due legati dentro
    da un amore che ci dà
    la profonda convinzione
    che nessuno ci dividerà.

    Fra le mie braccia dormirai
    serenamente
    ed è importante questo sai
    per sentirci pienamente noi
    un’altra vita mi darai
    che io non conosco
    la mia compagna tu sarai
    fino a quando lo vorrai

    Noi vivremo come sai
    solo di sincerità
    di amore e di fiducia
    poi sarà quel che sarà

    coro:

    Tra le mie braccia dormirai
    serenamente
    ed è importante questo sai
    per sentirci pienamente noi
    pienamente noi…

Problemi tecnici per “La cumbia di chi cambia”. E si riparte

    Se c’è qualcuno che c’ha voglia di ballare
    si faccia avanti si faccia avanti
    se c’è qualcuno che c’ha voglia di cambiare
    si faccia avanti si faccia avanti
    i funzionari dello stato italiano
    si fanno prendere spesso la mano
    inizian bene e finiscono male
    capita spesso che li trovi a rubare
    e fanno cose che stan bene solo a loro
    a usufruire di vantaggi esagerati
    così abbandonano ogni tipo di decoro
    e si comportano come degli impuniti
    Questa è la cumbia
    la cumbia di chi cambia
    la cumbia di chi cambia aaa
    Io non sono mai stato un qualunquista
    quelli che dicono che sono tutti uguali
    quella non è la mia maniera di pensare
    però lo ammetto certe volte l’ho pensato
    i funzionari dello stato italiano
    sembrano spesso personaggi da vetrina
    sotto alla luce sono belli ed invitanti
    quando li scarti poi ti accorgi che eran finti
    Questa è la cumbia
    la cumbia di chi cambia
    la cumbia di chi cambia aaa
    questa è la cumbia
    la cumbia di chi cambia
    la cumbia di chi cambia aaa
    Si dice sempre che ogni popolo assomiglia
    in tutti i sensi alla sua classe dirigente
    ma è solo un modo per generalizzare
    per scaricare la responsabilità
    perché la storia invece è piena del contrario
    di gente brava che ha ispirato altra gente
    ed è proprio quando tutti pensano una cosa
    che trova spazio una versione differente
    Questa è la cumbia
    la cumbia di chi cambia
    la cumbia di chi cambia aaa
    questa è la cumbia
    la cumbia di chi cambia
    la cumbia di chi cambia aaa
    io non ci credo che tutti gli italiani
    sotterrerebbero l’amianto nei campi
    infangherebbero il nome degli avversari
    al solo scopo di non averli lì davanti
    e comprerebbero la partita agli arbitri
    ma in quanto arbitri si farebbero comprare
    racconterebbero bugie su una disgrazia
    è l’occasione che fa l’uomo criminale
    Questa è la cumbia
    la cumbia di chi cambia
    la cumbia di chi cambia aaa
    Questa è la cumbia
    la cumbia di chi cambia
    la cumbia di chi cambia aaa
    io mi inchino ai valori della resistenza
    ogni paese ha la sua rivoluzione
    ma tra i valori che si stanno affievolendo
    quello più urgente è quello dell’innovazione
    l’Italia è un punto esclamativo che si allunga
    dal centro Europa fino all’Africa del nord
    siamo il paese che ha fondato un nuovo mondo
    un grande ponte tra il futuro ed amarcord
    Questa è la cumbia
    la cumbia di chi cambia
    la cumbia di chi cambia aaa
    questa è la cumbia
    la cumbia di chi cambia
    la cumbia di chi cambia aaa
    se c’è qualcuno che si gioca tutto quanto
    si faccia avanti si faccia avanti
    se c’è qualcuno che c’ha voglia di cambiare
    si faccia avanti si faccia avanti
    posso affermare che non sono un idealista
    e la politica mi scalda poco il cuore
    ma a volte penso che staremmo tutti meglio
    se pretendessimo qualcosa di migliore
    stiam diventando un popolo di anaffettivi
    stiam diventando un popolo di compulsivi
    stiam diventando o lo siamo sempre stati
    io mi domando forse ci siamo rassegnati
    personalmente non lo sono gli elementi
    per poter credere che in tanti non lo sono
    ognuno fabbrica da solo i cambiamenti
    e non c’è lampo che non abbia dopo un tuono
    Questa è la cumbia
    la cumbia di chi cambia
    la cumbia di chi cambia aaa
    questa è la cumbia
    la cumbia di chi cambia
    la cumbia di chi cambia aaa
    Questa è la cumbia
    la cumbia di chi cambia
    la cumbia di chi cambia aaa
    Se c’è qualcuno che si gioca tutto quanto
    si faccia avanti si faccia avanti
    se c’è qualcuno che c’ha voglia di cambiare
    si faccia avanti si faccia avanti
    Questa è la cumbia
    la cumbia di chi cambia
    la cumbia di chi cambia aaa
    io mi inchino ai valori della resistenza
    ogni paese ha la sua rivoluzione
    Se c’è qualcuno che c’ha voglia ballare
    si faccia avanti si faccia avanti

La cumbia di chi cambia

E’ poi il turno del secondo brano di Celentano, Si è spento il sole

Anticipato da una nube di fumo bianca, entra Adriano Celentano e inizia a cantare Svalutation

    “Eh la benzina ogni giorno costa sempre di piu’
    e la lira cede e precipita giu’
    svalutation, svalutation.
    Cambiano i governi niente cambia lassu’
    c’e’un buco nello Stato dove i soldi van giu’
    svalutation, svalutation.
    Io amore mio non capisco perche’
    cerco per le ferie un posto al mare,e non c’e’
    svalutation, svalutation.
    Con il salario di un mese compri solo un caffe’
    gli…stadi son gremiti ma la grana dov’e’
    svalutation, svalutation.
    Mah, siamo in crisi ma
    senza andare in la’
    l’America e’ qua.
    In automobile a destra da trent’anni si va
    ora contromano vanno in tanti si sa
    che scontration, che scontration.
    Con la nuova banca dei sequestri che c’e’
    ditemi il valore della vita qual e’
    svalutation, svalutation.
    Io amore mio non capisco perche’
    tu vuoi fare il gallo poi fai l’uovo per me
    sul lettation, sul lettation.
    Nessuno che ci insegna a non uccidere c’e’
    si vive piu’ di armi che di pane perche’
    assassination, assassination.
    Ma quest’Italia qua
    se lo vuole sa
    che ce la fara’
    e il sistema c’e’
    quando pensi a te
    pensa…
    anche un po’ per me.

Occorre organizzare la decrescita. Rinunciare all’immaginario economico, il bene e la felicità possono realizzarsi con costi minori. Una voce fuori campo parla di capitale, miglioramento della qualità della vita, l’accesso all’acqua potabile, migliore acqua, aria, oceani. Si alternano un uomo e una donna

rock economy monologo anteprima

Questa sera seguiremo con voi il live di Adriano Celentano all’Arena di Verona 2012 per lo show Rock Economy, trasmesso in diretta su Canale 5, insieme ai cugini di TvBlog

L’anteprima è un filmato con la voce di Adriano Celentano che riprende gli elementi ‘apocalittici’ dello spot per un discorso sulla natura, sulla cementificazione e sulla tv come unica finestra sulla realtà per i giovani. Pochi minuti, pubblicità, fine anteprima

I Video di Soundsblog