11 settembre 2001, attentato alle Torri Gemelle: ecco alcune canzoni ispirate o dedicate al tragico evento

Ecco alcune canzoni ispirate o dedicate all’attentato alle Torri Gemelle dell’11 settembre 2001

L’11 settembre è una data che resta e resterà nella memoria di tutti. E’ uno di quei giorni in cui, tutti quanti ricordano cosa stavano facendo nel momento esatto in cui hanno saputo della notizia terribile dell’attacco alle Torri Gemelli.

Quel martedì mattina (ora americana) gli occhi di tutto il mondo hanno visto lo schianto di aerei dirottati contro il World Trade Center che uccise quasi 3.000 persone e ne ferì oltre 6.000.

Per affrontare il vortice di emozioni provocato dagli attacchi, molti si sono rivolti e hanno cercato rifugio nella musica. Sono state tenute esibizioni di tributo e sono state create canzoni per placare il lutto e per onorare gli eroi le cui vite sono state uccise.

Ecc, a seguire, nove canzoni che sono state ispirate da questo tragico evento:

Believe – Yellowcard

: La canzone è stata scritta dalla prospettiva di qualcuno che viene salvato da una delle torri del World Trade Center.

Freedom – Paul McCartney

: Dopo aver assistito allo schianto delle torri mentre era seduto su un aereo all’aeroporto John F. Kennedy di New York, Paul McCartney ha scritto questa canzone che invoca in modo convincente il diritto di tutti alla libertà.

Where Were You (When the World Stopped Turning) – Alan Jackson

: Sotto forma di domande, la star country Alan Jackson cerca di catturare le emozioni provocate dai tragici attacchi in questo brano vincitore del Grammy.

I Can’t See New York – Tori Amos

Tratto dal suo acclamato album Scarlet’s Walk, questo brano di Tori Amos parla di una ragazza che guida un aereo che non riesce a vedere New York dall’alto perché si è trasformata in un “terreno di caccia”. Sebbene la canzone sia stata scritta mesi prima degli attacchi, Tori ha ammesso che la sua composizione è diventata più toccante dopo gli attacchi. (clicca qui)

“Non l’ho capito davvero fino a quel giorno. Non capivo alcune delle immagini che stavo avendo mentre lo scrivevo. E poi ha iniziato a diventare davvero 3-D mentre camminavo per la Fifth Avenue, annusando tutto quel bruciore. Il bruciore che non va mai via nella tua testa ”, ha detto in un’intervista.

My Blue Manhattan – Ryan Adams /h2>: Questa malinconica ballata di Adams è una lettera d’amore a Manhattan, dove si trova il complesso del World Trade Center

The Rising – Bruce Springsteen

: La canzone rock rivoluzionaria è la title track di Springsteen dedicato alle vittime degli attacchi dell’11 settembre. “The Rising” è stato descritto dal New York Times come un pezzo in cui “l’aldilà di un uomo è un desiderio infinito per il tocco fisico di coloro che sono rimasti indietro, e la musica sale verso il giubilo come un atto di volontà”

Let’s Roll – Neil Young

: Questa traccia di Neil Young è un’ode creata per immortalare la galanteria degli eroi del Volo 93. L’aereo dirottato avrebbe dovuto colpire Washington, DC, ma quando i passeggeri hanno agito per andare contro i terroristi, si è invece schiantato nella Pennsylvania rurale. L’incidente ha spezzzato la vita a tutti coloro che erano a bordo. Sulla base dei rapporti, la frase “Let’s roll” faceva parte delle ultime parole udibili (“Sei pronto? Okay. Roll.”) Rimarcate da Todd Beamer, uno dei passeggeri che hanno guidato l’atto eroico.

An Open Letter to NYC – The Beastie Boys

: è fondamentalmente una canzone che parla della passione del gruppo hip-hop americano per New York, la loro casa. Allude anche ai tragici attacchi di settembre, specialmente nella parte dal “911 stiamo ancora vivendo / e amando la vita che ci è stata data”

My Last Breath – Evanescence

: Ispirato dagli sfortunati incidenti di dirottamento aereo, questo potente inno degli Evanescence è stato scritto dal punto di vista di qualcuno intrappolato all’interno della torre, che letteralmente prende il suo ultimo respiro.