Tiziano Ferro: “Lady Gaga? Se l’amavo come artista, devo dire che, come persona, ha superato tutte le mie aspettative”

Tiziano Ferro parla di Lady Gaga e dell’importanza della musica (oggi più che mai)

Tiziano Ferro ha rilasciato un’intervista per Il Fatto Quotidiano, affrontando diversi argomenti, dal corteggiamento avuto dalla televisione per averlo come protagonista al suo rapporto con il marito Victor. Il cantante di Latina, che ha partecipato anche al Festival di Sanremo 2020 come super ospite, ha ribadito l’importanza del settore musicale, nei giorni nostri:

“È vero che la musica è un antidepressivo e lo è stato, durante la pandemia, ma indiscutibilmente è un settore che porta avanti questo Paese. Quindi non possiamo non parlare del valore della musica: non bisogna avere paura di parlare di numeri giganteschi. Sono cose che ho detto da Fabio Fazio, anche se il mio messaggio è stato manipolato. La musica, quando c’è stato bisogno di sostenere la Protezione Civile, si è mobilitata in massa e subito: la serata evento ‘Musica che unisce’ ha raccolto quasi 8 milioni di euro. Cifre importanti che dimostrano che non siamo dei menestrelli. Sono iniziative importanti che rifaremmo ancora e mille volte. Quando devo dichiararmi a favore di una categoria come la nostra, che contribuisce a mandare avanti il Paese, devo poterlo fare, anche se capisco e comprendo che a livello emotivo ed economico, ci sono tanti altri settori toccati da questa pandemia”

In merito alla questione rimborsi dei concerti con i voucher (al centro anche di un botta e risposta tra Paul McCartney e Gianna Nannini) commenta così:

” Pensa che ho dei voucher perché sono stati annullati tutti i voli che avevo prenotato per l’Italia e per i vari spostamenti… Ma faccio parte di un mondo che ha zero voce in capitolo su questo tema. Da una parte bisogna proteggere il pubblico, dall’altra le agenzie live. Una cosa è certa: questa situazione ci ha preso tutti alla sprovvista, va ripensato tutto il sistema e per gradi. Vanno smussati gli angoli con la necessità di pensare a come gestire questa situazione, se durerà davvero un anno, pianificando anche piani B per ogni evenienza e sotto qualsiasi punto di vista.”

Infine, una curiosità sull’intervista con Lady Gaga:

Se l’amavo come artista, devo dire che, come persona, ha superato tutte le mie aspettative. Lei è di una dolcezza disarmante, mi ha chiesto subito se volessi qualcosa da mangiare e da bere, e poi mi ha chiesto quanti anni avessi. Le ho risposto che ne avevo compiuti 40 e lei in italiano mi ha risposto: ‘Ma sei un bimbo (ride. Ndr)’!