Cioffi fa il suo esordio con Anima Fragile: "Con la musica esprimo quel che non riesco con le parole"

Anima Fragile è il singolo di debutto di Cioffi, cautautore salentino. Intervista.

Per il singolo d'esordio, Cioffi, 23enne della provincia di Lecce, ha scelto Anima Fragile (qui il video ufficialedi cui firma testo e musica. Un brano che parla della bellezza della vita definita dallo stesso autore, un dono prezioso. "Ho scelto Anima fragile per il mio debutto discografico perché racchiude tante di quelle cose e di quei riferimenti che fanno parte di un percorso più lungo che vorrei proporre e portare avanti nel tempo", racconta a Soundsblog. "Racchiude in particolare sia tanti dubbi sull’approccio alla vita e il suo senso stesso, che quella speranza e quella voglia di lottare per i propri sogni che è una caratteristica di tanti ragazzi. Il mio più grande auspicio è che ogni giovane in futuro possa realizzare i propri obiettivi".

Hai mantenuto il tuo cognome, Cioffi, tralasciando il tuo nome, Andrea. Come mai?

"Diciamo che è il modo in cui mi chiamano tutti i miei amici, che poi viene dal passato scolastico e dal fatto di essere chiamato per cognome dai professori. Andrea è un nome molto comune, quindi per i miei amici e chi mi conosce è molto più immediato chiamarmi Cioffi. Che poi è molto più identificativo. Inizialmente non mi piaceva, adesso lo trovo anche simpatico".

Cioffi e Andrea, cosa hanno in comune?

"Tutto, direi! Forse Cioffi, tramite la musica, riesce a dire determinate cose. Andrea non è in grado di esprimersi al meglio con le parole, forse per paura di esporre determinate emozioni. Detto questo, però, sono la stessa identica persona. Credo che ci debba essere coerenza, verità e il bisogno di raccontare cose che provengono da un vissuto... Cioffi è semplicemente quella parte più nascosta e profonda di Andrea".

In pochi giorni il videoclip di Anima Fragile su YouTube ha totalizzato quasi 100K visualizzazioni. Che rapporto hai con i social e la rete in generale?

"Ho un bellissimo rapporto con chi mi segue anche perché gestisco personalmente i miei social. Il percorso iniziato con Anima fragile mi ha portato a conoscere un sacco di persone: tra noi si è creato un rapporto quasi viscerale, di esigenza. Il merito di certi risultati è di tutte queste persone che ti supportano, si rispecchiano e sentono qualcosa di loro nei brani. Diciamo che ormai da quando il brano è uscito non è più un qualcosa di mio ma, come dico sempre, di nostro. Si crea una piccola grande famiglia con tutta questa gente alla quale devo solo dire grazie, e con la quale amo condividere tutto.

Tre aggettivi per definire la tua musica?

"Sincera, sognante, versatile".

  • shares
  • Mail