Si cagnata, Daniele De Martino feat. Tony Colombo: testo e video

Il duetto di Daniele De Martino e Tony Colombo su Si Cagnata

Daniele De Martino e Tony Colombo hanno pubblicato un nuovo singolo, che porta per titolo, Si cagnata. Il video ufficiale della canzone è primo nelle tendenze di Youtube Italia raggiungendo quasi un milione di visualizzazioni. Il pezzo, in realtà, è una cover di Colombo di oltre 12 anni fa. E' contenuto, infatti, nell'album 'Tony Colombo.it', datato 2008.

A seguire, trovate il testo del brano.

Sul' si o' pens me nun te fà durmì
Nun te vo' bbene te vuo' te fa suffrì
chell' nun è femmen e niente ppe tè
si vuò viver' lasciala sta'

Te guardavo e m'embrugliav
cu chist'uokki m'ingannav,
si crisciuta in da sti mani
ca nun t'hanno mai spugliato
eri piccola eri un fiore,
eri bella da morire,
po si'addivintata nata
si crisciuta e si cagnata,
si ti pagano pi fa 'mmore
po tu vinni chistu core
nunn'e tieni i sentimenti,
nun si femmina un si niente,
t'agg regalato a vita
tutttu chell c'hai vuluto,
ma nunn'agg mai capito
ca pur'io ava pavà
Che chiagni a fa
chist'ammore l'hai distrutto
nunn'o puo ammuccia cu nu vaso
e na carezza nunn'o po accattà
pure se o' faciss?
E' Tardi già,
nun me tuccà
O giocattolo s'è rutto
nun po cchiu pazzia,
pure si ti voglio bene nunn 'o pozz fa
pure se mi vasi e tardi gia.
Sicilia ci sei?
Campania ci sei?
Puglia ci sei?
Calabria ci sei?
Italia ci sei?
Te guardavo e m'embrugliav
cu chist'uokki m'ingannav,
si crisciuta in da sti mani
ca nun t'hanno mai spugliato
eri piccola eri un fiore,
eri bella da morire,
po si'addivintata nata
si crisciuta e si cagnata,
si ti pagano pi fa 'mmore
po tu vinni chistu core
nunn'e tieni i sentimenti,
nun si femmina un si niente,
t'agg regalato a vita
tutttu chell c'hai vuluto,
ma nunn'agg mai capito
ca pur'io ava pavà
Che chiagni a fa
chist'ammore l'hai distrutto
nunn'o puo ammuccia cu nu vaso
e na carezza nunn'o po accattà
pure se o' faciss?
E' troppo tardi già,
nun me tuccà
O giocattolo s'è rutto
nun po cchiu pazzia,
pure si ti voglio bene nunn 'o pozz fa
pure se mi vasi è troppo tardi già".

Sul' si o' pens me nun te fà durmì
Nun te vo' bbene te vuo' te fa suffrì
chell' nun è femmen e niente ppe tè
si vuò viver' lasciala sta'.


  • shares
  • Mail