Cristina d'Avena: piccola frecciatina contro Musica che unisce? L'artista: "Avrei avuto piacere a partecipare"

Sono stati in tanti a partecipare all'evento Musica che unisce, ma non Cristina d'Avena che sui social sembra aver lanciato una frecciatina agli organizzatori.

Quale miglior modo di raccogliere fondi per la Protezione Civile contro l'emergenza Coronavirus se non con un grande evento musicale (rigorosamente da remoto)? Questo è esattamente ciò che è accaduto ieri sera, 31 marzo, con Musica che Unice, una lunghissima serata (pure troppo) che ha unito un notevole parterre de rois di artisti italiani esibitisi direttamente dal salotto di casa o dai loro studi di registrazione domestici.

Peccato che oltre a (fra gli altri) Marco Mengoni, Calcutta, Elisa, Alessandra Amoroso, Diodato, Tommaso Paradiso e Cesare Cremonini mancasse all'appello anche una delle artiste nazionalpopoari più amate. Stiamo parlando di Cristina d'Avena, che nel bel mezzo della serata di beneficienza ha messo mano ai social per un commento decisamente piccato, seppur molto rispettoso.

Qui sotto il post che Cristina d'Avena ha dedicato a Musica che Unisce.

In questo momento così delicato avrebbe fatto piacere anche a me partecipare all'iniziativa insieme ai miei colleghi. Sarebbe stato un ottimo modo per dare, nel mio piccolo, un contributo attraverso la mia musica che unisce da sempre "i bambini di tutte le età", aprendo i cuori e cercando di distogliere i pensieri da questa situazione così difficile.

 


Frecciatina all'orgamizzatrice Marta Donà, dunque? Sembrerebbe proprio di sì, seppur Cristina abbia semplicemente voluto sottolineare il suo disappunto senza apparire realmente polemica. Cristina, già soltanto ieri sera, appariva in realtà molto serena e rilassata. Mentre su Rai Uno veniva trasmesso Musica che unisce, infatti, l'artista era impegnata a seguire la ricetta di un dolce in diretta su Instagram insieme ad un'amica.

  • shares
  • Mail