Dani Faiv, In peggio è il nuovo singolo (Testo e Audio)

Il testo e il video del nuovo singolo di Dani Faiv.

Dal 27 marzo, è disponibile negli store digitali e sulle piattaforme streaming, il singolo che segna il ritorno di Dani Faiv, intitolato In peggio.

Dani Faiv, la scorsa estate, è stato uno dei protagonisti del tormentone Yoshi, contenuto nel Machete Mixtape 4, certificato triplo Disco di Platino, insieme a Tha Supreme e Fabri Fibra, di cui è stata pubblicata anche un versione remix con la partecipazione di J Balvin e Capo Plaza.

Recentemente, Dani Faiv è apparso nel nuovo album di Nitro, GarbAge, nella traccia Come non detto.

Dani Faiv ha annunciato il nuovo singolo sul proprio profilo Instagram, eliminando tutti i post precedenti, una "prassi", ormai, che tutti gli artisti rap seguono quando sono in procinto di annunciare un nuovo progetto.

Di seguito, trovate il testo di In peggio; cliccando sulla foto in alto, invece, potete ascoltare la canzone.

Dani Faiv - In peggio: il testo

Più stanno a insultare sotto più sto a fare bingo
Anche questo mese sto facendo live in giro
Non aver paura del mio giro che è un bel giro
Solo che sgamiamo se sei vero o se fai il mimo
Anche questo disco, sì, ci sono uscito vivo
Suona troppo fresco, non competitor è il minimo
Sto con la Machete e sono benedetto e allora
Tu sei un pollo, fra', staresti bene con l’alloro
Hai fatto cose, non me le dire,
Facciamo un gioco,
Dimmi chi rimane,
Siamo la family, quella invincibile,
Facciamo hit e rompiamo classifiche,
Se ci hai dissato, fra', scelta terribile,
Ad ogni pezzo, fra', un missile, missile.

Fra', voglio che salti, fammelo vedere
Però non che parli
Poi non lo fai neanche con i sogni in grande
Giro tutti i palchi però stai a insultarmi
Niente va mai bene tipo non mi piace
Puoi fare meglio,
Non mi stai convincendo,
Per me ti stai vendendo,
Sei cambiato in peggio.

Ho fatto il giro del mondo
Mi è sembrato un secondo
Come c’è mancato poco
Il tuo flow non c’era e c’è mancato poco
Se mi chiami vengo a nuoto
Il pianeta esplode però poi ci penso dopo
Oggi sono in ansia perché esce la Box Logo
Scemo io che penso a prender casa col box nuovo
Qui tante formiche però mai visto una Zeta
L’insetto più è piccolo e più pensa alla moneta
Infatti chi stampa i soldi è chiamata zecca
Bravo fai il biliardo, fumati una stecca
A scuola entravo in ritardo ma per gentilezza
Avevo in testa solo caldo quando stavo al freddo
Se mi guardo dentro, ho un campo di opportunità
Per cogliere l’attimo
Ma devo farlo adesso, quindi.

Fra', voglio che salti, fammelo vedere
Però non che parli
Poi non lo fai neanche con i sogni in grande
Giro tutti i palchi però stai a insultarmi
Niente va mai bene tipo non mi piace
Puoi fare meglio,
Non mi stai convincendo,
Per me ti stai vendendo,
Sei cambiato in peggio.

  • shares
  • Mail