J Balvin: la recensione di Colores, il suo nuovo album

J Balvin torna con un nuovo album, intitolato Colores: su Soundsblog trovate la recensione del disco.

Non succede molto spesso che un artista latinoamericano decida di pubblicare un concept album. Ma ogni regola ha l'eccezione che lo conferma. Questo è il caso di Colores, il nuovo album del portoricano J Balvin, pubblicato in tutto il mondo lo scorso venerdì 20 marzo.

Diciamocelo subito: considerato il periodo storico che stiamo vivendo, ci voleva proprio. Colores non è infatti il solito disco reggaeton fatto con lo stampino. Di canzoni con quel beat, in effetti, ne abbiamo sentite ormai a centinaia, particolarmente nel periodo estivo.

No, Colores è ben altro, un progetto molto più strutturato che, seppure abbia in nuce un'anima latina innegabile e insostituibile, regala più di qualche emozione.

Uno dei motivi principali dietro l'alto livello qualitativo del disco sono le sue produzioni, curate fra gli altri da un hitmaker del calibro di Diplo. Il produttore ha regalato al suo disco un tocco fresco ma soprattutto originale.

In Colores c'è di tutto, dall'uptempo dal sapore trap (Rosa, Rojo), al reggaeton più classico (Morado, Azul) e persino pezzi più vicini al mondo delle ballad acustiche (Gris). A rendere efficace il disco è proprio la sua varietà e veratilità, che lo rende fra l'altro perfetto sia per le radio sia per le discoteche.

Colores è, come suggerisce il titolo, un disco fatto di tutte le sfumature dell'arcobaleno. Una boccata d'aria in un periodo storico dove facciamo fatica a vedere la luce fuori dal tunnel.

Qui sotto trovate l'audio streaming di Colores di J Balvin.


  • shares
  • Mail