Non me lo so spiegare, Laura Pausini e Tiziano Ferro su Instagram (video)

Laura Pausini e Tiziano Ferro, duetto su Instagram con "Non me lo so spiegare" (video)

Laura Pausini e Tiziano Ferro hanno intrattenuto i fan su Instagram, oggi pomeriggio, dalle 17 circa. I due, dopo aver parlato dell'emergenza Coronavirus e di come comportarsi nel migliore dei modi (restando, semplicemente a casa), hanno regalato ai fan un improvvisato e riuscito duetto sotto le note del brano "Non me lo so spiegare".

Potete recuperare il video qui sotto, sul profilo ufficiale del cantante:


A seguire, invece, il duetto con il pezzo già registrato ufficialmente il 23 marzo 2007:

Laura Pausini e Tiziano Ferro, Non me lo spiegare, testo

Un po' mi manca l'aria che tirava
O semplicemente la tua bianca schiena
Na na na na na na na na
E quell'orologio non girava
Stava fermo sempre da mattina a sera
Come me lui ti fissava
Io non piango mai per te
Non farò niente di simile, no mai
No, no, no, no, no, no, no, no
Sì, lo ammetto, un po' ti penso
Ma mi scanso
Non mi tocchi più
Solo che pensavo a quanto è inutile farneticare
E credere di stare bene quando è inverno e te
Togli le tue mani calde
Non mi abbracci e mi ripeti che son grande
Mi ricordi che rivivo in tante cose
Na na na na na na na na
Case, libri, auto, viaggi, fogli di giornale
Che anche se non valgo niente perlomeno a te
Ti permetto di sognare
E se hai voglia, di lasciarti camminare
Scusa, sai, non ti vorrei mai disturbare
Ma vuoi dirmi come questo può finire?
Non me lo so spiegare
Io non me lo so spiegare
La notte fonda e la luna piena
Ci offrivano da dono solo l'atmosfera
Ma l'amavo e l'amo ancora
Ogni dettaglio è aria che mi manca
E se sto così, sarà la primavera
Ma non regge più la scusa, no no
Solo che pensavo a quanto è inutile farneticare
E credere di stare bene quando è inverno e te
Togli le tue mani calde
Non mi abbracci e mi ripeti che son grande
Mi ricordi che rivivo in tante cose
Na na na na na na na na
Case, libri, auto, viaggi, fogli di giornale
Che anche se non valgo niente perlomeno a te
Ti permetto di sognare
Solo che pensavo a quanto è inutile farneticare
E credere di stare bene quando è inverno e te
Togli le tue mani calde
Non mi abbracci e mi ripeti che son grande
Mi ricordi che rivivo in tante cose
Na na na na na na na na
Case, libri, auto, viaggi, fogli di giornale
Che anche se non valgo niente perlomeno a te
Ti permetto di sognare
E se hai voglia, di lasciarti camminare
Scusa, sai, non ti vorrei mai disturbare
Ma vuoi dirmi come questo può finire?
Ma vuoi dirmi come questo può finire?
Ma vuoi dirmi come questo può finire?
Può finire

  • shares
  • Mail