Placido Domingo chiede perdono per le molestie sessuali

Il tenore si dice "dispiaciuto" per il dolore che ha causato: "Capisco ora che alcune di quelle donne potessero avere paura di parlare sinceramente perché si preoccupavano per le loro carriere".

Il tenore Placido Domingo, nel mirino di due accuse per molestie sessuali, ha fatto mea culpa chiedendo scusa, come  ha detto in una nota inviata all'agenzia di stampa spagnola Europa Press.

"Sono veramente dispiaciuto per il dolore che ho causato. Accetto la piena responsabilità delle mie azioni. Capisco ora che alcune di quelle donne potessero avere paura di parlare sinceramente perché si preoccupavano per le loro carriere".

Il tenore dice di essersi impegnato a intraprendere un cambiamento positivo nella lirica:

"Il mio desiderio è che questo mondo diventi un posto più sicuro dove lavorare, e spero che il mio esempio possa spingere gli altri a seguire i miei passi"

Tra i comportamenti inadeguati che gli sono stati imputati figurano palpeggiamenti non autorizzati, baci sulla bocca, telefonate di notte nelle quali ordinava alle colleghe di raggiungerlo a casa sua, inviti a uscire così ripetuti da essere percepiti come stalking. Due donne hanno raccontato di aver avuto rapporti sessuali con il tenore, dicendo di essersi sentite obbligate a causa del suo potere e del potenziale danno alle loro carriere se si fossero negate.

A suo carico ci sono due indagini indipendenti, una del  sindacato statunitense degli artisti d'opera, American Guild of Musical Artists, e un'altra lanciata da L.A. Opera.

  • shares
  • Mail