Sanremo 2020, Morgan contro Junior Cally: "Suoi testi brutti e volgari"

È già polemica tra i Big del Festival di Amadeus: il cantautore attacca il rapper

"Nella musica c’è una povertà musicale dal punto di vista armonico, è stato ridotto il vocabolario". Inizia così il discorso che porta Morgan ad attaccare Junior Cally, il rapper in gara al Festival di Sanremo al via stasera su Rai1. Il cantautore, anche lui tra i Big del Festival (in coppia con Bugo), affonda così in un'intervista concessa al Corriere della Sera:

Ci sono cose indecenti che non meriterebbero di essere pubblicate. Ho letto dei testi in cui Junior Cally parla di atti sessuali con un linguaggio che non c’entra con Boccaccio o De Sade. Quella non è verità della parola come dicono ma qualcosa di brutto, volgare e violento.

Morgan precisa che non è questione di censura, perché "questa roba non fa paura al potere, anzi è strumento del potere".

A proposito della sua esclusione dal Festival di Sanremo 2010, per un'intervista in cui ammetteva di fare uso di cocaina:

Fu un atto di mobbing. Allora ero sulla cresta dell’onda con “X Factor” e non capii la portata dell’evento. Venni preso come il cattivo esempio. Da lì è disceso tutto il resto, come lo sfratto da casa (è stata pignorata per pagare gli alimenti alle madri delle sue figlie, ndr). Se sono qui è perché non ce l’hanno fatta a distruggermi e non ce la faranno mai. Ma togliendomi la mia casa di artista hanno ucciso quel Morgan.

Ricordiamo che l'esibizione di Morgan - che ieri sembrava a rischio per aver accennato il brano in gara in tv - con Bugo è in programma già stasera. La canzone si intitola Sincero.

  • shares
  • Mail