Valerio Scanu spiega lo sfogo su Instagram: "Stavo per dire Basta... non con la musica, mi sarei voluto ritirare. Smettere di farlo come lavoro"

Valerio Scanu spiega il suo commento scritto su Instagram dopo Il cantante mascherato

Dopo aver commentato le frecciatine ricevute da Guillermo Mariotto durante la sua esperienza a Il cantante mascherato, Valerio Scanu ha spiegato il posto condiviso su Instagram che ha fatto discutere (e anche preoccupato, in parte) i fan:

"Non mi vergogno a dire. L'anno scorso non ho fatto un concerto, non ho capito dove fosse il problema. Io mi autoproduco, ho sotto controllo la gestione dal punto di vista manageriale. Vuoi per screzi con parte del mio staff, io c'ho dato il carico da 90... A un certo punto stavo per dire Basta... non con la musica, mi sarei voluto ritirare. Smettere di farlo come lavoro. Siccome l'ho sempre fatto a un certo livello, in quel momento ho detto "Mi trovo qualcos'altro da fare..." Ho l'Università, studio, ho altre attività. Se devo fare il concerto e retrocedere, preferisco fare un concerto di beneficenza dentro a una Chiesa ma non riesco a retrocedere troppo rispetto a quello che avevo fino ad adesso"

Il cantante poi ha continuato:

"Non ho una crisi economica, finanziaria. Ho sempre fatto il concerto di Natale all'Auditorium di Roma. L'anno scorso mi ritrovo a non aver organizzato niente... E siccome ci sono state un po' di situazioni non belle, a un certo punto mi son detto "Lo devo fare per forza, non potevo rompere la tradizione". E' andato bene, ho scelto una sala più piccola all'Auditorium, una formazione in acustico... A un certo punto dopo che avevo mandato in brandelli tutto quello che avevo costruito, a livello artistico e umano, sono tornato indietro e ho detto "Rimettiamo un po' a posto le cose". La chiamata de Il cantante mascherato è arrivata ad agosto... Ero titubante, poi ho detto subito "Sì"."

  • shares
  • Mail