Orietta Berti ospite a "Da noi... A ruota libera": "A Il cantante mascherato abbiamo abbassato la voce di due toni per non farmi riconoscere"

Orietta Berti ospite nel programma "Da noi... a ruota libera" di Francesca Fialdini

Orietta Berti è stata ospite di "Da noi... a ruota libera".

Francesca Fialdini ha presentato la cantante parlando delle "O" presenti nella sua vita, dai dischi d'oro all'iniziale dei suoi figli e del celebre marito Osvaldo. "Sei tante donne e tante cose" ha iniziato Francesca. Lei ha confermato:

"Ho fatto la cuoca, la cantante, ho cercato di camuffare la mia voce" ricordando la sua esperienza ne "Il cantante mascherato".

"Devo tutto a Giorgio Calabrese, grande autore della musica italiana. Mi ascoltò in un concorso di voci nuove, ti do questo indirizzo. Li chiami che ti faccio fare dei provini a Milano" rivela, degli inizi della sua carriera.

"Se dopo quasi 55 anni sono qua è merito suo, di mio marito Osvaldo. Mi faceva da manager, era compagno... L'ultima parola la volevo sempre sentire da lui"

Il grande rimpianto della cantante è stata non essere riuscita a stare accanto alla madre quando era malata e, invece, era sotto contratto a "Domenica In".

La gente di me ancora non sa che... "faccio collezione di tutto. Ho 90 camicie da notte sexy, acquasantiere... Nella mia mansarda ho quasi 2000 abiti, li ho tenuti tutti... alcuni li ho regalati. Li ho tenuti tutti"

In progetto c'è un'altra autobiografia: "Ho lavorato tantissimo... la cuoca, la ballerina, la colf... ho fatto tantissime cose".

Immancabile il riferimento al Cantante mascherato:

"Per mascherare la voce la abbiamo abbassata di due toni... la voce era bassa, mi hanno sgamata nella S emiliana! E' stato talmente bello che se me lo chiedessero domani la rifarei

  • shares
  • Mail