Un progetto di webmusic per i venticinque anni di “My life in the bush of ghosts”

Sempre all’avanguardia questi due geni della musica: Brian Eno e David Byrne hanno escogitato una trovata che accontenterà musicisti, musicofili, dj e nerds di tutto il mondo aprendo un sito in cui poter rielaborare, remixare e giocare a piacimento con le tracce che compongono i brani della loro pietra miliare, My life in the bush

di

Sempre all’avanguardia questi due geni della musica: Brian Eno e David Byrne hanno escogitato una trovata che accontenterà musicisti, musicofili, dj e nerds di tutto il mondo aprendo un sito in cui poter rielaborare, remixare e giocare a piacimento con le tracce che compongono i brani della loro pietra miliare, My life in the bush of ghosts.
Un modo intelligente per festeggiare la nuova edizione dell’album. Nella sezione remix del sito è possibile, grazie alla licenza Creative Commons, lavorare sulle multitracce di due brani per poi darle in pasto ai giudizi degli utenti.
Gli aspetti più interessanti di questa operazione sono in particolare due:
da un lato la creazione di una vera e propria community virtuale appassionata di musica elettronica e webmusic, dall’altro la possibilità di sezionare le tracce di Eno e Byrne per poter comprenderne la genesi e il processo creativo ad esse sotteso, che rispondeva principalmente al metodo del collage.

regiment mp3 via|Audiofile-Salon

I Video di Soundsblog