Amici 19: la crisi di Javier, lo sfogo e il confronto con Timor Steffens (VIDEO)

Tensione tra il ballerino e il coreografo, ma arriva il chiarimento...


Javier, diventato ormai il pupillo di Alessandra Celentano nella classe di Amici, sembra vivere una settimana particolarmente complicata. Tutto si ripercuote nel lavoro e nelle prove in vista dello speciale pomeridiano di sabato. Mancano solo due giorni, la stanchezza e la pressione gioca brutti scherzi anche al ballerino che durante la preparazione lascia improvvisamente la sala nella quale si esercitava alla presenza dell'assistente di Timor Steffens.

Si sfoga con Valentin:

Il loro modo di lavorare non è il mio modo. Ho bisogno di una serie di cose, non ho tutto quello che serve. I calzini non vanno bene, devo cambiare le scarpe. Abbiamo da fare 10 lezioni al giorno per 45 minuti e non posso stare così per 6 mesi. Poi c'è il sabato, quindi mi sto portando la stanchezza della settimana precedente. La mia mente non funziona quindi mi perdo e mi viene voglia di urlare. Sto cercando di spingere ma quando tutto questo sarà finito io sarò morto.

Valentin cerca di consolarlo fino a quando Timor Steffens irrompe in sala relax radunando tutti i ballerini. Parla direttamente con Javier chiedendogli di spiegare cosa ha provocato questa reazione. Il ballerino rimane silente, il maestro così cerca di portarlo al confronto "Il modo in cui ti sei comportato in quella lezione non è corretto. Questa è una scuola, qualunque cosa accada devi comportarti con rispetto".

I toni si alzano, Javier non riesce a sostenere la discussione, visibilmente nervoso si alza e se ne va: "Io la chiudo qui. Mi sento pressato" Timor cerca un punto d'incontro ma l'allievo non sembra voler ascoltare ragioni: "Io sono qui per voi - dice Steffens - non vi voglio trattare come bambini ma in qualsiasi scuola non ci si comporta così".

Javier decide di tornare in sala relaz ad ascoltare l'insegnante: "E' qualcosa che ho con me stesso, nella mia testa" Steffens comprende che la crisi di Javier ha bisogno di una scossa.

Tu sei meglio di così, sei una persona appassionata, non credo tu sia irrispettoso. Ma se qualcosa non va me la prendo con me stesso, mi sento triste se qualcosa non va bene. Io come insegnante sto cercando di farti uscire dalla tua comfort zone ma tu sei spaventato. Ora ti chiedo perché sei qui ad Amici? Quali sono i tuoi desideri? Sei un ballerino meraviglioso. Vorrei che tu fossi ancora più bravo di modo che tu possa controllare le tue emozioni.

Javier è in lacrime e si lascia andare: "Sono qui per cercare di migliorare. Ho bisogno di risolvere questo" così arriva il chiarimento con il coreografo: "Ti prego se vuoi parlare io sono qui, fammi domande ma parlami. Se ti blocchi e reagisci in quel modo io non capisco".

  • shares
  • Mail