Subsonica a Blogo: "I colori musicali di Microchip temporale sono un concorso di merito fra noi e gli ospiti del disco" (Video intervista)

Microchip Temporale è il nuovo disco dei Subsonica, in uscita il prossimo 22 novembre: ecco cosa la band ha raccontato a Soundsblog sull'album.

Uscirà il prossimo 22 novembre Microchip Temporale, il nuovo attesissimo disco dei Subsonica, nuova versione dell'originale Microchip Emozionale, uscito nel 1999.

Due decenni, due approcci, due distinte sonorità, ma un unico comune denominatore: l'elettronica, pura, dura, originale, trascinante. Le canzoni sono state rimaneggiate con un linguaggio nuovo, a tratti straniante, ma soprattutto "collaborativo".

Per Microchip Temporale i Subsonica si sono fatti affiancare dalla crème de la crème della "giovane" musica italiana, particolarmente in ambito electro-indie e rap. I 14 brani della tracklist includono il tocco di Achille Lauro, Coez, Coma_Cose & Mamakass, Cosmo, Elisa, Ensi, Fast Animals and slow kids, Gemitaiz, Motta, Myss Keta, Nitro, Lo Stato Sociale e Willie Peyote. Ognuno di loro ha avuto un approccio diverso, dando così vita ad un progetto estremamente variegato ed affascinante.

Il nuovo lavoro è insomma un regalo per chi ha conosciuto, vissuto e amato “Microchip Emozionale”, un disco che ha accorciato le distanze tra la musica indipendente italiana e le produzioni internazionali, integrando elettronica, rock, dance, testi e melodia in una sintesi unica. Oggi “Microchip” viene completamente risuonato, rivisitato e arricchito dalla creatività e dalle parole di alcuni tra i più significativi protagonisti della scena attuale. Torna inoltre la ragazza giapponese con la pistola, la stessa Midori Tateno, in copertina 20 anni dopo a segnare il legame tra passato e presente, con uno sguardo verso un sole al tramonto dal forte sapore nostalgico.

Ecco come la band ha commentato questo ritorno al passato:

 

In Microchip Temporale c'è tutto quello che abbiamo fatto fino ad oggi, con uno sguardo più attuale. Nel disco ci sono molti artisti ospiti, e ognuno di loro ha un linguaggio muicale molto forte, è stato divertente vedere questo intreccio fra il loro approccio e la nostra musica, all'interno di un disco che a noi ha dato tanto e ci ha portanto tanta fortuna. Oltre agli ospiti del disco ce ne sono anche altri che per vari motivi congiunturali non hanno potuto parteciparvi, ma che unitamente agli artisti coinvolti hanno manifestato quello che questo disco avesse rappresentato per loro. Questo disco ha coinciso con la fase adolescenziale di molti di loro.

In apertura all'articolo la nostra intervista a Boosta dei Subsonica:

  • shares
  • Mail