Peppino Di Capri: "Non mi ritiro"

Il cantante rivela: "A Saint-Tropez non c'ero mai stato. Andai anni dopo con Gino Paoli".

Non pensa affatto al ritiro Peppino Di Capri, 80 anni compiuti questa estate e da poco vedovo della moglie Giuliana ("Senza di lei non ho più alcun punto di riferimento").

Ecco cosa ha detto al Corriere della Sera il cantante, vincitore del Festival di Sanremo nel 1973 e 1976 con Un grande amore e niente più e Non lo faccio più:

"E' una cavolata che si è inventato qualcuno, non ci penso affatto. A inizio anno, ho fatto un tour in Brasile e conoscevano tutte le canzoni. La voce è rimasta quella dei vent'anni. Sto sempre coi giovani, amici dei miei figli. Ho anche perso 11 chili, togliendo i dolci e senza fare sport, mi bastano le passeggiate nella mia Capri".

L'artista ha avuto dei momenti bui durante il boom dei Beatles, salvo aprire i loro concerti nel 1964 :

"Perchè avevo tante canzoni in classifica, Roberta, Il Twist ... Loro erano così blindati che riuscii a fare una foto solo l'ultimo giorno. Dopo, la mia casa discografica era nella fase "avanti un altro". Mi rifiutarono pure Scende la pioggia e Io per lei, che divennero successi di Morandi e dei Camaleonti. Ho capito che significa non essere filato, non andare in tv, gli amici che spariscono e i veri valori".

Inoltre, Di Capri confessa di non ricordare tutte le sue canzoni ("Alcuni brani li riscopro su Youtube"). E infine, una curiosità su una delle sue canzoni più note:

"Io a Saint-Tropez non c'ero mai stato. Andai anni dopo con Gino Paoli. Arriviamo: tutto chiuso, tutto triste. E noi: ma le giacche in lamè della canzone dove sono?".
  • shares
  • Mail