Riccardo Cocciante torna con Notre-Dame de Paris e si racconta tra Sanremo e il ruolo di coach a The Voice of Italy

Da The Voice of Italy a Sanremo passando per Notre-Dame de Paris: le dichiarazioni di Riccardo Cocciante

Riccardo Cocciante si è raccontato in un'intervista rilasciata a Rolling Stone. Il cantante, dalla lunga e florida carriera ricca di successi come "Bella senz'anima" e "Margherita", è impegnato con Notre-Dame de Paris, che ritorna dal 13 settembre (da Pesaro). Nel cast ci sono Giò Di Tonno Graziano Galatone, Matteo Setti ed Elhaida Dani che sostituisce Lola Ponce. E proprio lei è stata la prima vincitrice di The Voice of Italy, scelta proprio da Cocciante per il suo team. Del talent show, l'artista dichiara:

È stato interessante, ma ne ho sofferto molto. Eliminare artisti bravi non mi è piaciuto. A ogni modo rifare il programma sarebbe stato un errore, un ripetersi. Anche nei miei dischi è così e Notre-Dame è proprio la svolta per non continuare a essere sempre un cantante che, ogni due anni, deve fare un album.

In merito all'argomento Sanremo, Cocciante non lo farebbe mai da conduttore (come Claudio Baglioni fece):

No, non mi sento un presentatore. Posso scegliere artisti, questo sì. So dare giudizi e lavorare con i cantanti, ma non so presentare. Anche sul palco, quando mi esibisco, mi limito a cantare, parlo pochissimo. Quindi accetterei solo se dovessi fare unicamente il direttore artistico.

  • shares
  • Mail