Baby K: "Incredibile pensare che mi crediate una persona capace di rifiutare una foto con una bambina malata"

Baby K, lo sfogo su Instagram

Nei giorni scorsi vi abbiamo riportato la notizia (con relativa spiegazione) che aveva fatto discutere, dopo uno sfogo apparso su Facebook, nato da un equivoco che era poi stato spiegato dalla stessa cantante. Baby K ha smentito categoricamente il rifiuto di fare un selfie insieme ad una sua giovane fan malata. E la stessa zia della piccola, successivamente, aveva rassicurato tutti sul chiarimento avvenuto.

Baby K, in questi giorni, ha scelto di tornare sull'argomento, comprensibilmente infastidita da questo equivoco. La cantante, infatti, non sapeva della presenza della piccola e quando ha terminato di esibirsi, la bimba era già andata via. Così, l'artista ha ribadito la spiegazione, via social:

Visualizza questo post su Instagram

Incredibile pensare che mi crediate una persona capace di rifiutare una foto con una bambina malata, uscita quella sera dall’ospedale per me. Sono stata in camerino a prepararmi come da prassi prima di ogni spettacolo, a sapere che fosse arrivata sarei stata orgogliosa di conoscere questa bambina che ha fatto tutto questo per me. Così come avviene ad ogni mio evento da sempre. Per il bene di tutti vi chiedo di pensare molto attentamente prima di accusare, sparare cattiverie e falsità. Stiamo pur sempre parlando di una bambina che da un giorno all’altro si é trovata nel mezzo di una bufera mediatica. Ringrazio la famiglia di Angela per avermi permesso di parlare con la loro figlia concludendo così questa triste vicenda nei migliori dei modi. Claudia, Baby K.

Un post condiviso da Baby K (@babykmusic) in data:


Incredibile pensare che mi crediate una persona capace di rifiutare una foto con una bambina malata, uscita quella sera dall’ospedale per me.
Sono stata in camerino a prepararmi come da prassi prima di ogni spettacolo, a sapere che fosse arrivata sarei stata orgogliosa di conoscere questa bambina che ha fatto tutto questo per me.
Così come avviene ad ogni mio evento da sempre.
Per il bene di tutti vi chiedo di pensare molto attentamente prima di accusare, sparare cattiverie e falsità. Stiamo pur sempre parlando di una bambina che da un giorno all’altro si é trovata nel mezzo di una bufera mediatica.

Ringrazio la famiglia di Angela per avermi permesso di parlare con la loro figlia concludendo così questa triste vicenda nei migliori dei modi.
Claudia, Baby K.

  • shares
  • Mail