Morgan, sfogo durante un live ad Avellino: "Mi hanno sfrattato e mi fanno suonare per strada, hanno voluto sfottermi!"

Lo sfogo di Morgan durante un evento ad Avellino.

Morgan, in queste ultime settimane, è balzato agli onori della cronaca per faccende extra-musicali (e non è la prima volta che accade nella sua carriera) a causa della vicenda legata alla sua abitazione di Monza, pignorata e messa all'asta dal Tribunale.

L'artista, leader dei Bluvertigo e coach e giudice in vari talent show, ha dovuto lasciare definitivamente la sua casa il 25 giugno scorso.

Durante un evento live tenutosi ad Avellino, una manifestazione enogastronomica intitolata Irpinia Street Mood, Morgan si è lasciato andare ad uno sfogo clamoroso, prima di esibirsi, criticando la location scelta per il concerto e anche il cachet ricevuto per la prestazione artistica.

Lo sfogo ha raccolto diversi applausi tra gli spettatori giunti sul posto per assistere al live.

Morgan, in breve, ha interpretato la scelta della location del concerto come uno sfottò alla sua persona dopo gli ultimi avvenimenti. Di seguito, trovate il contenuto del suo sfogo, raccolto grazie ad un video presente nella pagina Facebook di Dentro la Notizia:

E' molto strano che io, dopo essere stato sfrattato, mi trovo a cantare in mezzo alla strada. Ed è una cosa che per me è abbastanza schifosa, è umiliante perché io, lo spettacolo, lo voglio fare in un luogo di arte, non in mezzo ad una strada. Non vuol dire che se ti sfrattano, devi andare a suonare in mezzo alla strada... Chi ha pensato questo ha voluto un po' sfottermi. E allora, ho detto: "Io non ci canto in mezzo alla strada". Poi ho pensato: "No, non posso privare le persone della musica". E allora sapete che vi dico? Che quei pochi soldi che mi danno per cantare qui, nonostante io sia sulle prime pagine di tutti i giornali e il mercato deve cambiare, mi pagano da principiante, 5mila euro, ma dateli alle persone senzatetto, non a me. Io non li voglio questi 5mila euro ma canto lo stesso. Assicuriamo che li diano a qualcuno che ne ha bisogno. Io canto per voi, non per chi ha pensato di farmi fare una figura di m*rda.

Morgan, quindi, ha chiesto il sostegno del pubblico presente, lasciandosi andare a qualche esagerazione, come nel suo stile:

Me la tiro? No? E allora parlate bene di me! Ho bisogno che voi mi sosteniate! La dovete smettere di dir male! E' ingiusto quello che stanno facendo a questa persona perché è una brava persona che ci regala un sacco di figate! Questo vorrei... Scusate se ve lo dico. Come può essere giusto togliere una casa ad un cittadino, Dio santo! Come potete pensarlo? Non sono un cittadino normale, sono uno che canta! Siete impazziti? Volete privarvi voi della musica! Fatelo con tutti, allora? Con gli U2, con i Queen, con David Bowie, con Bruce Springsteen... Toglieteli di mezzo poi voglio vedere quanto è bella la vostra vita senza dischi!

  • shares
  • Mail