Le Donatella a Blogo: "Siamo tornate con Scusami Ma Esco, ma non abbiamo mai abbandonato la musica"

Silvia e Giulia Provvedi raccontano Scusami ma esco, il loro nuovo singolo.

"Siamo tornate, più cariche che mai". Silvia e Giulia Provvedi, aka Le Donatella, si sono riaffacciate sulla scena musicale dopo anni di tregua con un nuovo singolo: Scusami Ma Esco. "Una canzone dal respiro fresco, estivo e vivace... come siamo noi. La si ballerà parecchio: questo è il motto", dicono in un'intervista rilasciata a Soundsblog del brano prodotto da Big Fish. "Il primo di una lunga serie". Intanto dal 16 maggio saranno nella giuria di All Together Now, il nuovo talent di Canale 5.

Un singolo estivo ma con il videoclip girato in montagna.

"Non si erano mai viste delle ragazze in costume in montagna prima di noi, vero? (ridono, ndr) I singoli estivi vengono registrati sempre al mare, noi abbiamo preferito differenziarci. Ci piaceva molto l'idea di poter portare nel videoclip i panorami spettacolari della montagna. In realtà è stata una figata. Abbiamo anche guidato una motoslitta...".

Di cosa parla Scusami ma esco?

"Noi abbiamo un rapporto molto diretto con le nostre fan, che spesso sono giovanissime. Ascoltando le loro storie ci è venuto in mente questo brano: racconta di una ragazza che mette alle strette il proprio fidanzato, arrivando a sbattere la porta per fuggire con le amiche per svagarsi. Noi siamo sempre dalla parte delle donne".

Una storia che parla un po' anche di voi?

"No, è una storia generale. Le nostre relazioni vanno a gonfie vele...".

Temete qualche critica?

"Ne riceviamo sempre. Arrivano tanti complimenti, ma anche delle critiche: siamo molto esposte, è normale. Noi, poi, non siamo le cantanti con la voce: quando ci siamo presentate a X Factor cantavamo in mansarda e abbiamo fatto un lungo lavoro per essere al pari con gli altri. Insomma, non siamo la Callas. Oltre all'impegno canoro, crediamo che ci siano altre caratteristiche che un artista dovrebbe fare, come il carisma. Riteniamo che ci sia tanto altro oltre alla perfezione della nota. Ne è un esempio Rovazzi, che pur non essendo un cantante ha sfornato una hit. Questo è un periodo storico particolare: conta altro più che la voce in sé".

Si può fare le cantanti parallelamente alla tv o avete riscontrato dei problemi?

"Si può essere artiste a tutto tondo anche in Italia: è bello essere trasversali, noi vogliamo essere delle artiste a 360 gradi. Ci piace fare televisione, ma ci piace anche fare musica. Abbiamo avuto la fortuna di fare dei programmi televisivi, di fare le giudici, di fare le deejay nelle discoteche e ora siamo tornate con un singolo. Cosa c'è di male?".

Non esce un vostro album dal 2013. Come mai?

"Come dicevamo, varie coincidenze ci hanno portato ad esporci anche in altri settori. Ma la musica non l'abbiamo mai lasciata del tutto, ci voleva solo tempo per tornare alla grande. Serviva il team giusto, come abbiamo ora: è una piccola grande famiglia. E poi adesso siamo più consapevoli rispetto al passato di quello che vogliamo fare".

Le esperienze televisive vi hanno aiutato?

"Siamo popolari anche grazie alle esperienze televisive. Certo, se ti dedichi molto a una strada, è normale che l'altra venga un po' trascurata. Ma noi non abbiamo mai messo la musica in secondo piano: dovevamo soltanto trovare il team e il momento giusto".

Uscirà un album dunque?

"Al momento stiamo lavorando a un altro singolo per l'autunno, poi vedremo".

  • shares
  • Mail