ESSE ZETA, Pacco sempre: testo e audio del singolo

Pacco sempre di Esse Zeta, ascolta la canzone.

ESSE ZETA nasce come costola (o progetto musicale) del Collettivo Da Tresseno, un collettivo artistico di Nolo (Milano) che si occupa principalmente di progetti che hanno come output la multimedialità sui social e su siti proprietari.

Tra le varie attività fatte dal Collettivo Da Tresseno ci sono installazioni indoor e outdoor comparse poi su Instagram, podcast di diverso genere, temporary sites e, con ESSE ZETA, anche un progetto musicale.

Pacco sempre” nasce un po’ come scherzo rivolto ad un amico del collettivo che tende a rifiutare all’ultimo tutti gli inviti, dopo l’ennesimo “pacco” è nato quindi il ritornello che in meno di una notte è diventato una canzone fruibile ora sui principali store di musica online. Ovviamente lo scherzo non è ancora stato svelato poiché lo scopo è che scopra il pezzo per caso su una piattaforma di streaming o leggendo qualche articolo a riguardo.

Dopo “Pacco sempre”, ESSE ZETA, vuole però evolversi raccontando storie di vita vissuta in quel di NOLO, per raccontare un quartiere sempre più artistico di Milano. Un nuovo singolo sarà in uscita a Maggio e a breve verranno girati i video di “Pacco sempre” e della nuova canzone.

Qui sotto audio e testo della canzone.

ESSE ZETA, Pacco sempre, Testo

Dai lo sai
che io pacco sempre
se esistesse un regno
sarei pure presidente
fossi ballerina
io ti paccherei col ventre
no sta sera no
sono libero a dicembre (ma è febbraio)
eh lo so zio
ma io pacco sempre
se ti dico si sì
poi ti pacco mentre
c’è lo zio a casa
che mi aspetta claudicante
come Giuseppe Sapio ma
io pacco sempre ciao
e ogni volta che sei pronto
per uscire
arriva il mio messaggio
non posso venire
giuro che volevo
giuro che potevo
ma devo cercare mio fratello
nel cortile
Dai lo sai
che io pacco sempre
se esistesse un regno
sarei pure presidente
fossi ballerina
io ti paccherei col ventre
no sta sera no
sono libero a dicembre (ma è febbraio)
no giuro zì
è che stasera ho
un impegno
non posso paccare
Dai lo sai
che io pacco sempre
se esistesse un regno
sarei pure presidente
fossi ballerina
io ti paccherei col ventre
no sta sera no
sono libero a dicembre (ma è febbraio)
Dai lo sai
che io pacco sempre
dove il mondo pacca

sono io il solo vincente
fossi stato Piton
sarebbe vivo Silente
no stasera no
sono libero a settembre

  • shares
  • Mail