Fedez, selfie con Barack Obama negato. Fiorella Mannoia: "Ha fatto bene". Ma specifica che non era un commento contro il rapper...

Il commento di Fiorella Mannoia al selfie negato tra Fedez e Barack Obama ha suscitato la risposta del rapper...

Nelle scorse ore, via Instagram Stories, Fedez ha raccontato di aver incontrato l'ex Presidente degli Stati Uniti d'America, Barack Obama, in palestra. Era accanto a lui, ad allenarsi. Il rapper ha spiegato di aver atteso che si fermasse per riposarsi e, dopo essersi salutati cordialmente, ha chiesto all'uomo un selfie come ricordo. Sorridendo, Obama, però, gli ha detto "No". Niente selfie tra i due e la storia riportata dallo stesso Fedez, ai suoi milioni di followers. La notizia, ripresa da Repubblica, è stata commentata via Twitter da Fiorella Mannoia con un "Ha fatto bene".


Di fronte al commento e alla reazione degli utenti, però, la cantautrice ha specificato che non era una frase contro Fedez:

Non era contro Fedez, ho espresso un opinione verso un politico che si comporta come tale. Ormai sembrano delle star dello spettacolo, qualcuno che dice no in tempi come questi mi fa simpatia. Tutto qui.


Una netta distinzione, insomma,tra politici che "negano" un selfie (in palestra, tra l'altro) e quelli che, invece, sono disposti a farsi immortalate con chiunque, in occasioni e situazioni più disparate, come, appunto, fossero personaggi dello spettacolo.

Però, come riporta Libero, il commento della Mannoia è stato notato anche da Fedez che avrebbe risposto così:

"Ieri ho semplicemente raccontato una storia di chiaro stampo ironico, che a chiunque fosse successa l’avrebbe raccontata è stata ripresa da tutte le testate online e riportata come una notizia di rilievo. La cosa che mi stupisce di più sono le persone che perdono tempo a insultarmi su una storia raccontata in modo semplice e simpatica. E Fiorella Mannoia, un’artista a suo modo impegnata, ci ha tenuto a dire che Obama ha fatto bene a dirmi di no a fare la foto. Come se io mi fossi offeso, ma l’ho raccontata col sorriso. Fiorella, scegliti meglio le tue battaglie, perché questa è una causa persa. Sono le persone come te che leggono queste notizie e le commentano che danno vita a questi genocidi dell’informazione"

  • shares
  • Mail