Sanremo 2019, Motta a Blogo: Dov’è l’Italia, una canzone scritta in viaggio

La video intervista a Motta a poche ore dall’esordio al Festival di Sanremo 2019. Il cantante parla della canzone e della serata dei duetti.

di

[mp-video id=”569012″ title=”Sanremo 2019, Motta: Dov’è l’Italia, una canzone scritta in viaggio” content=”Per Motta viaggiare è mettersi in gioco e confrontarsi con il diverso: essere in movimento è un modo per cercare la felicità. Da qui nasce la riflessione più profonda che lo ha portato a scrivere Dov’è l’Italia.” provider=”brid” video_brid_id=”379043″ video_original_source=”https://media.soundsblog.it/c/c2e/francesco-motta_ok.mp4″ url=”” embed=”PGRpdiBpZD0nbXAtdmlkZW9fY29udGVudF9fNTY5MDEyJyBjbGFzcz0nbXAtdmlkZW9fY29udGVudCc+PGlmcmFtZSBjbGFzcz0nbXBfdmlkZW9fdGhlbWUgaWZyYW1lX19tcF92aWRlb190aGVtZScgc3JjPSJodHRwczovL3NvdW5kc2Jsb2cuYWRtaW4uYmxvZ28uaXQvdnAvNTY5MDEyLyIgYWxsb3dmdWxsc2NyZWVuPSJ0cnVlIiB3ZWJraXRhbGxvd2Z1bGxzY3JlZW49InRydWUiIG1vemFsbG93ZnVsbHNjcmVlbj0idHJ1ZSIgZnJhbWVzcGFjaW5nPScwJyBzY3JvbGxpbmc9J25vJyBib3JkZXI9JzAnIGZyYW1lYm9yZGVyPScwJyB2c3BhY2U9JzAnIGhzcGFjZT0nMCc+PC9pZnJhbWU+PHN0eWxlPiNtcC12aWRlb19jb250ZW50X181NjkwMTJ7cG9zaXRpb246IHJlbGF0aXZlO3BhZGRpbmctYm90dG9tOiA1Ni4yNSU7aGVpZ2h0OiAwICFpbXBvcnRhbnQ7b3ZlcmZsb3c6IGhpZGRlbjt3aWR0aDogMTAwJSAhaW1wb3J0YW50O30gI21wLXZpZGVvX2NvbnRlbnRfXzU2OTAxMiAuYnJpZCwgI21wLXZpZGVvX2NvbnRlbnRfXzU2OTAxMiBpZnJhbWUge3Bvc2l0aW9uOiBhYnNvbHV0ZSAhaW1wb3J0YW50O3RvcDogMCAhaW1wb3J0YW50OyBsZWZ0OiAwICFpbXBvcnRhbnQ7d2lkdGg6IDEwMCUgIWltcG9ydGFudDtoZWlnaHQ6IDEwMCUgIWltcG9ydGFudDt9PC9zdHlsZT48L2Rpdj4=”]

Motta partecipa alla sessantanovesima edizione del Festival di Sanremo con il brano Dov’è L’Italia. Per Motta viaggiare è mettersi in gioco e confrontarsi con il diverso: essere in movimento è un modo per cercare la felicità. Da qui nasce la riflessione più profonda che lo ha portato a scrivere il brano.

Ci puoi raccontare la genesi della canzone? Hai dichiarato che l’hai scritta a Lampedusa e a New York…

Questa canzone l’ho scritta in viaggio. In questi anni sto viaggiando tanto. Credo che viaggiare andrebbe messa come legge obbligatoria, perché è un modo per mettersi in gioco, un modo per confrontarsi con il diverso, ti fa cambiare idea… e questo crea movimento… e il movimento è un modo per essere felice. Di solito scrivo dopo i viaggi, in questo caso ho scritto durante il viaggio, sia a New York che a Lampedusa.

Sulla copertina del singolo c’è raffigurata l’Europa senza l’Italia. Dov’è l’Italia?

Non lo so, per questo ho scritto una canzone. Di solito quando non so rispondere a delle domande scrivo delle canzoni… spero che faccia riflettere.

Nella serata duetti c’è Nada. Cosa ci dobbiamo aspettare?

Nada è un’amica: ho suonato tantissimo la chitarra e la tastiera nei suoi tour. La canzone non è riarrangiata, ma il fatto che ci sia lei stravolge in modo meraviglioso la canzone e mi ha fatto capire delle cose che da solo non avevo capito.

 

 

Ultime notizie su Festival di Sanremo

Tutto su Festival di Sanremo →