Amici 18, Mameli, Alessandro e Vincenzo vincono le sfide

Gli eventi più importanti del daytime di Amici 18 di venerdì 1° febbraio 2019.

Nel daytime di Amici 18, andato in onda oggi venerdì 1° febbraio 2019, Mameli ha affrontato lo sfidante esterno Ale.

Il giudice della sfida è stato il giornalista e critico musicale Paolo Giordano che ha chiesto a Mameli il suo inedito Ci vogliamo bene e la cover, eseguita al pianoforte, di Figlio di un re di Cesare Cremonini.

Le canzoni che Paolo Giordano ha chiesto allo sfidante Ale, invece, sono state l'inedito La più bella di tutte e la cover di Anna e Marco di Lucio Dalla.

I compagni di Mameli hanno assistito alla sfida in sala relax e Giordana ha commentato così i due cantanti: "Questi due si stanno simpatici, si trovano tutti e due sullo stesso pianeta!".

Paolo Giordano ha deciso che il migliore in questa sfida è stato Mameli con la seguente motivazione: "Ale sei stato molto didascalico in Anna e Marco, è un pezzo che impone di tirare fuori una personalità che non ho visto almeno per ora. Il modo in cui Mameli ha fatto Figlio di un re, anche maltrattandola un po', mi ha convinto".

Poco dopo, abbiamo la sfida tra Alessandro e la sfidante Alessia. Il giudice è sempre stato Paolo Giordano.

Alessandro ha dato il via alla sfida con l'inedito Perché non amici mentre Alessia ha risposto con il suo inedito intitolato Universi artificiali.

Giordana non ha gradito la sfidante: "Non ho capito una parola...".

Alessandro, poco dopo, ha eseguito la cover di Costruire di Niccolò Fabi mentre Alessia ha risposto con la cover, eseguita con la chitarra, di When I was your man di Bruno Mars.

Paolo Giordano ha decretato Alessandro come vincitore della sfida: "Mi siete piaciuti. Trovo che Alessandro sia già sulla strada, ha un mondo che riesce a raccontare con la propria voce... Alessandro è più centrato e focalizzato".

Al termine della sfida, Giordana e Alessandro si sono lasciati andare ad un lungo abbraccio.

Il daytime di oggi è terminato con la sfida di Vincenzo contro la sfidante Gaia.

Il maestro e coreografo Mauro Mosconi ha premiato la tecnica di Vincenzo che, quindi, è rimasto nella scuola.

  • shares
  • Mail