Il ministro Fontana dichiara: "Dispiaciuto per l'esclusione di Pierdavide Carone e i Dear Jack da Sanremo 2019"

Il Ministro per la Famiglia e le Disabilità Lorenzo Fontana commenta, deluso, l'esclusione di Caramelle di Pierdavide Carone e Dear Jack dal Festival di Sanremo 2019: ecco le sue parole.

Tramite il suo profilo Twitter ufficiale, l'attuale ministro per la Famiglia e le Disabilità Lorenzo Fontana ha voluto esprimere poche ore fa il suo dispiacere per l'esclusione di Caramelle, pezzo di Pierdavide Carone e i Dear Jack, dal Festival di Sanremo 2019.

Come Carone e i Dear Jack ci hanno raccontato in questa intervista a Blogo, Caramelle (pezzo che parla, apertamente, del delicato tema della pedofilia) è stato probabilmente percepito come un brano troppo rischioso per la Kermesse ligure, motivo per il quale Claudio Baglioni e la Commissione artistica avrebbero deciso di tenerlo fuori. Il rifiuto, in ogni caso, sarebbe già stato ampiamente superato dai suoi interpreti, che hanno ricevuto enormi consensi dal popolo del web e in plauso dei loro stessi colleghi.

Il ministro Fontana ha dunque commentato l'esclusione di Caramelle dal Festival di Sanremo 2019 sottolineando che a breve verranno messi in atto progetti sul tema pedofilia in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione.


Le parole del ministro hanno poi ricevuto l'eco dei rispettivi interpreti del brano, che hanno così commentato la vicenda. Pierdavide Carone, a proposito, ha affermato:

L’abuso è una ferita che può cicatrizzarsi ma non rimarginarsi e, mai come in questo caso, la miglior cura è la prevenzione e va fatta nelle scuole e va fatta adesso. Grazie al Ministro Lorenzo Fontana per questa importante opportunità sociale #caramellenellescuole

I Dear Jack, dal canto, loro, hanno aggiunto:

Un onore che le istituzioni e un ministro della Repubblica si siano appassionati ad una battaglia che, se fatta insieme, può raggiungere il suo scopo

 

  • shares
  • Mail