Ad Anastasio piacciono Trump, Salvini e Casapound: la polemica prima della finale di X Factor

Anastasio x factor destra

Dal profilo personale di Anastasio, che questa sera si dovrà esibire nella finale di X Factor al Forum di Milano, emergerebbero simpatie politiche di destra che in queste ore stanno facendo molto discutere. A tirare in ballo l’artista del noto talent show è un podcast satirico italiano, che nell’ultimo episodio intitolato "L'altra faccia di Anastasio di X Factor" avrebbe scovato proprio il profilo personale che Anastasio avrebbe parallelamente a quello di “personaggio pubblico”. Ebbene, da like e condivisioni del rapper emergono tendenze politiche abbastanza definite: a Marco Anastasio, infatti, piace il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, il tanto discusso titolare del dicastero della Famiglia, Lorenzo Fontana, ma anche Donald Trump e Casapound.

È bastato scorrere la timeline del profilo privato di Marco Anastasio, dunque, per notare come il rapper - un po’ una mosca bianca nella sua categoria - sia un fautore della politica “dell’aiutiamoli a casa loro” nel caso dei migranti, ma per trovare anche la condivisione di un post garantista nei confronti di Harvey Weinstein. E ancora, like a meme pro-Trump e condivisioni di video pro-Putin, ma anche alcuni link relativi al caso della nave Diciotti. In alcuni casi l’intento è velatamente ironico, in altri la cosa traspare meno, tanto che ‘Noisey’, la piattaforma musicale di Vice, si chiede se, pur non essendo un crimine ciò che fa Anastasio, non sia da tenere in considerazione prima di “ascoltare la sua musica e supportarlo nella sua carriera artistica”.

Un’uscita abbastanza ardita perché se è vero che ogni artista è influenzato nelle proprie creazioni da ciò che ammira e che vive ogni giorno, non è affatto detto che alcune tendenze politiche possano partorire brani migliori piuttosto che altre simpatie. Ha colto la palla al balzo il quotidiano sovranista “Il Primato Nazionale” che al post di Vice replica così.

“Che i sinistrorsi amino vivere in uno stato di “psicopolizia” e passino la vita sui social alla ricerca di eventuali esponenti dell’Alt-right non è una novità, tuttavia fa sempre sorridere quanto scandalo riescano a creare quando scoprono che un personaggio è, udite udite, non “omologato” politicamente e magari, addirittura, di destra!”.

È per questo che, in vista della finale di X Factor, lo stesso quotidiano auspica che le tendenze politiche di Anastasio non influenzino il verdetto della giuria.

“Speriamo, naturalmente, che questa “caccia al sovranista”, scarsa imitazione di altrettante “schedature” degli anni di piombo, non porti ad una sorta di ostracismo “hipster” per il giovane rapper che ha convinto e conquistato i giudici di X Factor ed è il favorito nella corsa verso la finale e verso la vittoria del talent show musicale”.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail