Christina Aguilera: ‘Bionic’ era un album troppo all’avanguardia e in anticipo sui tempi. Col tempo verrà apprezzato”

Christina Aguilera, in uscita con Lotus a novembre 2012, parla del flop di Bionic e giustifica le poche vendite “Era un album troppo in anticipo sui tempi e all’avanguardia”

di nathan

“Posso dire con orgoglio che Bionic era in anticipo sui tempi. Purtroppo era un album troppo rischioso e all’avanguardia rispetto ai tempi, per tutti, per quello è stato poco pubblicizzato. Per apprezzare questo LP, bisognava essere veramente amanti della musica, e capire il lavoro che c’è stato dietro. Questo album è un pezzo importante di me, della mia vita e rimarrà sempre con me. Solo con il tempo la gente apprezzerà veramente i miei album.”

Con queste parole Christina Aguilera ha riposto a Billboard Magazine, riguardo il suo ultimo album Bionic, che non ha riscosso il successo di vendite. Un album che ancora oggi fa impazzire i fan più accaniti della cantante. Un LP che vede molteplici collaborazioni tra i quali: Santigold, Sia, Peaches, Linda Perry, e M.I.A.

E’ un periodo molto intenso quello della cantante americana che si appresta a far uscire il suo settimo album in studio, intitolato “Lotus” in uscita il 13 novembre 2012. Album anticipato dal primo singolo “Your Body“, che sta avendo ottimi feedback sia da parte del pubblico, sia da parte delle radio.

Devo ammettere che l’era Bionic e il singolo “Not Myself Tonight” mi avevano entusiasmato parecchio, forse proprio per il lavoro che c’era stato dietro la produzione di quel disco. Ma sono sicuro che se fosse uscito in un periodo diverso, l’album avrebbe sicuramente avuto un feedback differente. Uscire in un momento in cui l’unico nome sulla bocca di tutti era Lady Gaga, non è stata una mossa vincente, soprattutto quando sono iniziate le voci di rivalità tra le due artiste.

I Video di Blogo

Alessandro Cattelan, Ce la faremo