Muse accusati di plagio per violazione di copyright

Accusa di plagio e violazione del copyright per i Muse dal compositore Charles Bolfrass a cui avrebbero rubato l’idea di “Exogenesis”.


Incredibile accusa di plagio per i Muse in questa storia che inizia sette anni fa. È il 2005, Charles Bolfrass è un compositore statunitense che sta lavorando a un’opera rock. La storia non è originalissima: la popolazione della Terra è costretta ad abbandonare il pianeta a causa dell’eccessivo inquinamento. Un gruppo di astronauti parte alla volta dello spazio per cercare un nuovo luogo dove vivere.

Ai più, la trama dirà poco o nulla: argomento già sentito, buono per un mediocre film sci-fi. I fan dei Muse invece, dovrebbero aver già capito tutto. L’opera di Bolfrass si intitola “Exogenesis“: esatto, come la trilogia di brani contenuta nell’album “The Resistance“. Le tracce inoltre, rimandano ad argomenti molto simili a quelli trattati dal compositore statunitense (“Exogenesis: Symphony Part 1 (Overture)”, “Exogenesis: Symphony Part 2 (Cross-Pollination)”, “Exogenesis: Symphony Part 3 (Redemption)”).

Una coincidenza (d’altronde l’argomento è trito)? Non proprio. Visto che Charles Bolfrass sostiene di aver contattato i Muse nel 2005 proprio per avere un parere sul suo lavoro. Tanto che perfino la copertina sarebbe un plagio di una sequenza dello storyboard. Bolfrass va fino in fondo e chiede alla Warner l’astronomica cifra di 3.5 milioni di dollari per “copyright infringement, unfair trade practices and unfair competition” (violazione di copyright, pratiche commerciali sleali e concorrenza sleale). Cosa accadrà? Noi intanto vi riportiamo quello che dichiarò Matt Bellamy sulle influenze del brano:

[“Exogenesis: Symphony”] is influenced by Rachmaninov, Richard Strauss, Chopin and Pink Floyd. It looks at the concept of ‘panspermia’. It is a story of humanity coming to an end and everyone pinning their hopes on a group of astronauts who go out to explore space and spread humanity to another planet. Part 1 is a jaded acceptance that civilization will end. Part 2 is a desperate hope that sending the astronauts to find and populate other planets will be successful alongside the recognition that this is the last hope. Finally, Part 3 is when the astronauts realize that it is just one big cycle, and recognize that unless humanity can change it will happen all over again.

Ultime notizie su Muse

Tutto su Muse →