Dawson’s Creek, la sigla “I Don’t want to wait” inizialmente non doveva essere quella…

Dawson’s Creek compie 20 anni. Se avete amato la serie tv, ecco una curiosità cult sulla celebre sigla…

Amo Dawson’s Creek. Lo confesso e non me ne vergogno affatto. Da ex reduce di Beverly Hills 90210 (che ho mollato per appassionarsi molto di più a Melrose Place), sono rimasto folgorato dalla serie tv con protagonisti Dawson Leery, Joey Potter, Jen Lindley e Pacey Witter. Ho visto tutte le puntate e ancora oggi ne ho nostalgia.

Sono passati vent’anni dall’esordio della serie tv. Era il 1998. Sentiamoci tutti un po’ più vecchi. E, mentre Sky Atlantic+1 trasmetterà tutte le stagioni dal 25 aprile al 1 maggio, ecco una curiosità che forse non sapevate sigla della serie tv.

“I don’t want to wait” di Paula Cole è diventata un piccolo cult, simbolo della serie tv. Ebbene, inizialmente non doveva essere questa la canzone, bensì il brano “Hand In My Pocket” di Alanis Morissette. Purtroppo, però, non sono riusciti ad ottenere i diritti della canzone. Ecco le parole di Paul Stupin, produttore esecutivo:

Avevamo avuto sei giorni. Pochissimo tempo, tutto quanto quanto programmato e suddiviso per ogni cosa. Io e Kevin Williamson, il mio partner dello show, volevamo un tema principale. E non avevamo davvero abbastanza tempo come regista per girare qualcosa. Quando io e lui eravamo nella sala di montaggio, originariamente per il pilot, abbiamo inserito quella canzone di Alanis Morissette, “Hand in My Pocket”, e ci è piaciuta molto. La rete l’adorava, lo studio la amava e rimaneva un tempo relativamente lungo… fino a quando non abbiamo potuto ottenerla. All’improvviso, quando Alanis ci ha detto No, ci siamo ritrovare a cercare qualcosa di così efficace. La rete aveva concesso in licenza la canzone di Paula Cole, “I don’t want to wait”. A quel tempo, mentre stavano usando quella musica, ero andato da John [McCullough] e gli ho detto: “Trovami dei cantanti e andiamo a scrivere del materiale”. Onestamente, non ricordo i nomi dei cantanti a cui ci eravamo rivolti, ma c’erano due tipi di musica che mi piacevano. Poi ho ricevuto una chiamata dalla rete, e mi hanno detto “Che ne pensi di usare la canzone di Paula Cole?” E sai cosa? Non ci era davvero passato per la mente, abbiamo messo quella canzone sopra i titoli principali, ed è risultata subito molto efficace. E una delle cose che mi è piaciuta è che ha legato tutti questi fantastici promo che hanno reso lo show così bello. Adoro quella canzone di Paula Cole, è spuntata fuori dal caos, perché ci stavamo avvicinando sempre di più alla messa in onda e non avevamo la canzone. E poi quando la rete ce l’ha proposta, mi è sembrato il suggerimento migliore e l’idea giusta al momento giusto

Qualche anno dopo, è arrivata l’idea di rinfrescare la sigla. Ma…

“A un certo punto, forse durante la quarta o la quinta stagione- mi è venuto in mente di tornare da Paula e chiedergli di ri-orchestrare o proporre una versione leggermente diversa della canzone per inserire i titoli principali. Lei ha fatto un ottimo lavoro. Ma alla fine ho deciso di mantenere la versione originale, perché era così identificata con lo show e non pensavo che i nostri fan avrebbero apprezzato questo cambiamento, in definitiva”

In apertura post, la celebre “I Don’t want to way.