Avicii, il dj stava lavorando alla sua “migliore musica degli ultimi anni”

Parla Neil Jacobson, discografico e presidente della Geffen Records.

Venerdì scorso è emersa la terribile notizia della morte di Avicii, scomparso a soli 28 anni. Dopo le reazioni sconvolte di amici e colleghi, a prendere la parole è stato Neil Jacobson, discografico e presidente della Geffen Records. L’uomo ha raccontato di aver parlato con Avicii pochi giorni prima della sua morte e ha confermato che Tim Bergling stava lavorando a musica nuova:

“Ci stavamo lavorando ed era la sua musica migliore negli ultimi anni, in tutta onestà. Lo so perché ho tutti i suoi album. Era così ispirato. Era così eccitato. Abbiamo fatto un mese di sessioni. Abbiamo dovuto in realtà mettere fine alle sessioni di lavoo perché Tim avrebbe lavorato anche per 16 ore di fila, era questa la sua natura. Dovevi portarlo fuori, tipo “Tim, andiamo, vai a letto, riposati”. … È solo una tragedia. Abbiamo questa incredibile musica magica…”

Jacobson ha anche rivelato che sono presenti “alcuni” featuring nell’album, ma “preferirebbe non dire chi”:

“Tim aveva una lista di persone che sperava potessero fare parte di questo album, in realtà questa è stata l’ultima comunicazione che ho avuto con lui due giorni fa, questo è inquietante”.

Alla domanda se il pubblico potrà ascoltare queste tracce inedite, Jacobson ha messo le mani avanti:

“Non ne ho idea. Ho intenzione di sedermi e parlare con la famiglia una volta che tutti hanno la possibilità di riprendere fiato. Non ho mai avuto questo successo con un artista con cui ho lavorato prima e così da vicino. Non lo so, cercheremo di avere qualche consiglio dalla famiglia e tutti ci metteranno insieme e cercheremo di fare ciò che pensiamo che Tim avrebbe voluto”

Via | Billboard

Ultime notizie su Novità discografiche

Tutto su Novità discografiche →