Priestess, Torno Domani EP: tutti i testi e le introduzioni della cantante

Priestess presenta track-by-track le canzoni del suo primo EP: scopri i testi di tutti i brani, e ascolta tutti i videoclip (o gli audio) di Torno Domani EP.

priestess_torno_domani_ep.jpg

Esce oggi l'EP di Priestess “Torno domani”, pubblicato su etichetta Tanta Roba/Universal Music Italia.
Il progetto racchiude le tre canzoni uscite nel 2017 - "Maria Antonietta", "Amica Pusher", "Torno domani" - a cui si aggiungono tre interessanti inediti: "Cleopatra", "Bubblegum" e "Buio Cosmico".
L'EP è un primo traguardo che conferma l'interessante proposta artistica di Priestess - qui di seguito trovate i testi di tutte le canzoni, i videoclip (o gli audio) dei brani, ed una introduzione track-by-track di Priestess per ogni pezzo.

Priestess, Cleopatra - testo

“In questo pezzo metto in evidenza l’altro lato della medaglia di Priestess: nelle altre canzoni ho lavorato e creato il mio immaginario introspettivo, in questo pezzo esprimo il mio lato autocelebrativo, pur mantenendo fede alla mia vita quotidiana”

Giro di notte ubriaca
Caschetto nero cleopatra
Io faccio rap io faccio rap
Mica ballo la bachata
No no no no
Nuova ventata freschezza io rosa dei venti
Mamma che dice i tuoi soldi come li spendi
Vado giu’ al bar vedo morti viventi
Ne bevo un’altra e poi perdo i sensi
Esco e giro si tutta in tiro
Troppo caldo si dress estivo
Non offrirmi piu’ primitivo
Si sei buono se’, aperitivo
Ti uso solo come digestivo
Sanguisuga mi sembri un vampiro
Son le sei che sono gia’ ubriaca
Anche questa notte e’ andata

Oh madonna mia oh madonna mia
Questa roba mia questa roba mia
Oh madonna mia oh madonna mia (mado’)
Con la gente mia con la gente mia
Giro di notte ubriaca
Caschetto nero cleopatra
Io faccio rap io faccio rap
Mica ballo la bachata
E lo scrivi pure su whatsapp
E fai il galletto con gli amici tuoi
Che ti atteggi mica sei una star
Non ho capito bene cazzo vuoi?
Scusa puoi ripetere?
Nel bicchiere sigarette cade cenere
Come fulmini e saette anchise e venere
Mi dici che sei qui per me
Come no come no
Modemoiselle lolita come quella di kubrik
Tutta in tiro in citta’ l’occhiolino a sti lupi
Io coperta di rose american beauty
Lo vedo che sudi lo vedo che sudi
Oh madonna mia oh madonna mia
Questa roba mia questa roba mia
Oh madonna mia oh madonna mia (mado’)
Con la gente mia con la gente mia
Giro di notte ubriaca
Caschetto nero cleopatra
Io faccio rap io faccio rap
Mica ballo la bachata

Priestess, Bubble Gum - testo

"E’ una delle mie tracce preferite. E’ un pezzo intimo e dark lovely che ha incastri di parole che sono secondo me perfetti e calzanti sulla strumentale. E’ in definitiva una canzone che parla di amore e di rapporto di coppia."

Che gusto hai preso
Fragola bubble gum
L’erba sulla tavola
Calici di rosso nero d’avola
Dai ti aspetto a tavola
Ho prenotato online
Capricciosa e diavola
Un po come mi vuoi tu
Stesi sul letto fumiamo marijuana
Stringimi al petto
Oggi e’ forte l’emicrania
Sto bene con te
Che ti odiavo tanto
Dicono la vita e’ strana
Strana un po come me
Che sono nata a meta’ dei novanta
Sorriso spento faccia bianca
Passami la fanta
Sfilo via la maglia
Playlist su spoty
Ascoltiamo the weeknd
E non usciamo nel weekend
A casa soli
Sentimenti sporchi in lavatrice
Imprigionati come amore e psiche

Li condivido con te i fantasmi nella stanza
Siamo andati sulla luna e non ci siamo scesi
Si lo so che soffriremo pure d’ansia
In fin dei conti non ci siamo mai arresi

Quando ci siamo presi cosa ci siamo presi

Il cinguettio dei tweet che ci sveglia
Il caffe’ nel brick pochi tiri d’erba
Quando ci siamo presi cosa ci siamo presi
Che siamo fatti e crazy
E mi vuoi tutta per te jan vermeer
La ragazza con l’orecchino di perla
Quadri sulle pareti ci guardano indiscreti
Ci rubano i segreti
Siamo le stesse parallele
Stessa direzione
Portami altrove
Piu’ lontano del sole
Dove non c’e’ confusione

Li condivido con te i fantasmi nella stanza
Siamo andati sulla luna e non ci siamo scesi
Si lo so che soffriremo pure d’ansia
In fin dei conti non ci siamo mai arresi

Quando ci siamo presi cosa ci siamo presi

Priestess, Buio Cosmico - testo

“Mi preme dire che quella frase nel testo, “Noi siamo la singolarità” , è da intendersi anche riguardo la produzione della, ho chiesto a Polezsky e Ombra qualcosa che fosse un ibrido tra la musica elettronica e qualcosa di più ritmato (latino) per ricreare un contrasto unico”

Quando arriva il giorno le stelle dove finiscono
Mi chiedo se te lo sei mai chiesto
Fuori c’e’ l’alba
Cammino in punta di piedi per non svegliarti dai
Rimaniamo nel letto
E vibra la cassa toracica
Ad ogni respiro
Oggi l’aria e’ magica
Sul mio dispositivo scrivo sai che
Cancello i messaggi di posta
Degli altri sai che non m’importa
Come una strega che vive nell’ombra
La differenza tra chi vive una storia e chi la racconta
Addestro i miei sensi di colpa
Scusami se ancora non sono gia’ pronta
Scusa da ieri sono stata stronza
Colpa della sbronza

Leggi dentro me che siamo legge di compensazione
Mi hai trovata dentro il buio cosmico
Noi siamo la singolarita’
La stralunata il tossico
Relegati religioni
Particelle atomi
Portami via da qui

Buio cosmico siamo noi
Intrappolati radici sciogli se vuoi
Labirinti senza fine i nostri corridoi
Intorno solo lacrime non siamo eroi

Guarda dove siamo adesso
Fuori e’ buio pesto
Noi oscuri dentro
Fatti di silezio
Bla bla bla parli e non ti sento
Da te non me l’aspetto
Cielo stellato nel mese di luglio
Nei campi di grano rincorriamo il buio
Che poi me li fumo si me li fumo
Ne sento il profumo
Corpo su corpo lottiamo sumo
Assumo te nelle vene
Sbraniamoci iene
Che mi fai star bene
Teniamoci con le catene
Mangiamoci piano saltiamo le cene
Esopianeti orbitiamo vicini
Ferite aperte nuove cicatrici
Mi fido di quello che dici
Noi frammentati nelle cornici
Felici corriamo
Zero soste
Non so dove siamo
Zero risorse
Altri pianeti zero risposte

Leggi dentro me che siamo legge di compensazione
Mi hai trovata dentro il buio cosmico
Noi siamo la singolarita’
La stralunata il tossico
Relegati religioni
Particelle atomi
Portami via da qui

Buio cosmico siamo noi
Intrappolati radici sciogli se vuoi
Labirinti senza fine i nostri corridoi
Intorno solo lacrime non siamo eroi

Priestess, Maria Antonietta - testo e video

“E’ un pezzo il cui ritornello è nato per puro caso, avevo già scritto le due strofe e mi serviva qualcosa che funzionasse: mi è venuto in mente il film di Sofia Coppola (Marie Antoinette) e ho voluto collegare il riferimento storico della ghigliottina all’aver perso la testa per qualcuno”

Camere oscure al sapore di erba
Le canne i caffè
I vicini son fuori di testa
Un pò come me
Alzo il volume sotterro i pensieri e la merda
Freddi col cuore di Svezia
L’ansia le pare cliché

L’ansia le pare cliché
La mia stella buona sai dov’è?
Impressioni a freddo di un Monet
Lingua dolce vous parlez français?
La tristezza creme brulèe l’ultimo dessert
Che non voglio condividere con te
Poi rimango a scrivere fino alle tre

E se non rispondi vado fuori di testa
E se mi assecondi vado fuori di testa
Fiori per me erba per te noi fuori di testa (x2)
Ho perso la testa per te Mariantonietta (x4)

E le vedo in giro tutte queste barbie
Tutte uguali fatte in serie
Con il tipo incamiciato
Con i din din e la fuori serie
Ma questa sera
Esco e ci sto male
Niente di personale
Con in bocca un personale
Tra le mani fragranza di Hashish
Girane una poi baciami aspetta mi lasci
Noi siamo malati influenza tu spero ci passi
Fanculo gli altri
Noi siamo perfetti matti
Nati per essere fatti
Ti tengo stretto non scappi
E se non rispondi vado fuori di testa
E se mi assecondi vado fuori di testa
Fiori per me erba per te noi fuori di testa (x2)
Ho perso la testa per te Mariantonietta (x4)

Priestess, Amica Pusher - testo e video

“E un pezzo good vibes su produzione di mio fratello Kang. Ascoltandone la base, mi è venuto in mente di scriverci qualcosa di spensierato che riguardasse o che raccontasse in grandi linee le giornate con i miei amici e le mie amiche”

Ha la maglia gialla con la scimmia paul frank
Mi parla della tecno delle feste dei rave
Scrive su whatsapp frasi senza senso
Tipo i kinder non li ho ma per il momento
10 giorni a praga un mese in olanda
Niente busta paga non ha conto in banca
Vive in un garage guarda i reportage
E’ della bilancia quando fuma pranza
Quando ha l’ansia prima di dormire
Poi la prima quando si alza
Non le va di uscire
Mangia al mc donald poi parla da sola
Capelli alla gola se li e’ tinti viola
Nella tasca dei jeans col pacchetto di smoking
Faccia sconvolta tipo stephen hawking
Poi se l’accende i soldi che spende
Li mette da parte
Vorrebbe partire viaggiare su marte

La mia amica fa la pusher (so fly)
Sempre in giro con le buste (so high)
-se sei con lei la giri la giri la giri l’aspiri la giri
Se sei con lei la giri la giri l’aspiri la giri- (x2)

Occhi rossi sta in chimica
Mai andata a scuola
Firmava da sola la giustifica
Rolla un’aiuola
Fuma e fa smorfie le posta e mi tagga
Su instagram
Oh my ladygreen rolla questo spliff
Salvami dallo speen
In mano ha 4 g in tasca quei din din
Money money money ha solo in testa money
Se tu vuoi la weeda dice quando e dove
Scambia quella merce per le banconote
Gira su una punto ma sogna un range rover
Money money money ha solo in testa money
Ha la roba buona non sa di sapone
Nutella olio di palma
Per colazione cima arancione

La mia amica fa la pusher (so fly)
Sempre in giro con le buste (so high)
-se sei con lei la giri la giri la giri l’aspiri la giri
Se sei con lei la giri la giri l’aspiri la giri- (x2)

Priestess, Torno Domani - testo e video

“Nel periodo in cui stava lavorando sulla base, il mio produttore Ombra era in studio e l’ho trovato mentre smontava un vecchio e piccolo carillon campionandone i suoni e a cui poi PK, altro produttore della label, ha saputo dargli la giusta energia. È il mio primo pezzo – una sorta di intro"



Le 17 guarda che faccia ho
Mi faccio un the’ guardo la tazza
Fuori e’ gia buio che vuoi che faccia
Dentro di me ci vive un’altra
Mi muovo in casa come un fantasma
Lode a te priestess piena di grazia
Mia madre dice che sono pazza
La bocca amara il sahara poi l’ansia
Le 19 non trovo le chiavi
Io non rispondo eri tu che chiamavi
Giorni imperfetti come gli umani
Poi mi addormento i sogni strani

Torno domani (x4)

Sono le 7 mi alzo dal letto
Una ballata suona dentro il petto
Prendo le calze terzo cassetto
Anestesia del mio corpo deserto
All’anulare l’anello mancante
Tutta la vita che scorre un istante
Parto alle 9 mi metto al volante
Perdo il controllo la mia gravante

Torno domani (x4)

  • shares
  • Mail