Young Dolph, il rapper ferito a colpi di arma da fuoco: non è in pericolo di vita

E’ il secondo agguato subito dal rapper.

Il rapper Young Dolph, 32 anni, è stato ferito a colpi di arma da fuoco nei pressi di un hotel di Hollywood, precisamente il Loews Hollywood Hotel, vicino Hollywood Boulevard e Highland Avenue, al termine di una lite con tre uomini. Le sue condizioni di salute sono serie ma l’artista non sarebbe in pericolo di vita.

La polizia sta indagando nell’ambiente hip-hop considerando che Young Dolph, vero nome Adolph Thornton jr., è reduce da un altro attentato al quale è sopravvissuto miracolosamente.

Nel febbraio scorso, infatti, a Charlotte, nel North Carolina, Young Dolph si salvò da un agguato durante il quale furono sparati oltre cento proiettili provenienti da armi di vario tipo. Young Dolph si salvò grazie ai vetri antiproiettile del proprio Suv.

L’episodio, per il quale sono state arrestate a maggio tre persone (tra le quali Black Youngsta), è stato raccontato da Young Dolph nell’album Bulletproof, pubblicato nell’aprile di quest’anno, che ha raggiunto la posizione numero 36 della classifica degli album statunitense Billboard 200.

Tornando al tentato omicidio di ieri, invece, una persona è già in stato di fermo; le forze dell’ordine sono in cerca degli altri due uomini coinvolti nell’agguato. Secondo quanto riporta TMZ, nella vicenda, sarebbe coinvolto direttamente il rapper Yo Gotti. Le fazioni di Young Dolph e Yo Gotti sono rivali e si trovavano nel Loews Hollywood Hotel nello stesso momento.

Stando sempre a quanto pubblicato da TMZ, Young Dolph avrebbe riportato numerose ferite da armi da fuoco ma non sarebbe in pericolo di vita.