Morgan: "Il successo di Marco Mengoni, Noemi e Michele Bravi è frutto del mio lavoro"

L'artista è stato intervistato da Il Messaggero.

morgan.jpg

Morgan, reduce dalle esperienze televisive in Amici di Maria De Filippi e Ballando con le Stelle, è stato intervistato da Il Messaggero.

Anche in questa occasione, l'ormai ex leader dei Bluvertigo non si è risparmiato per quanto concerne soprattutto le critiche. Il cantautore monzese, in primis, ha dichiarato che l'aver chiuso ogni rapporto lavorativo con Maria De Filippi gli ha fatto guadagnare la stima di molte persone. Queste sono le dichiarazioni rilasciate a riguardo con le quali Morgan ha anche rivendicato il successo di Marco Mengoni, Noemi e Michele Bravi, con i quali ha lavorato a X Factor:

Ho guadagnato la stima di un sacco di brava gente e di intellettuali. I moloch come Maria De Filippi mi vogliono, così non creo concorrenza, poi mi danno fuoco. Mengoni, Noemi, Michele Bravi sono tutti stati miei allievi, hanno avuto più successo di me, ma quel successo è frutto del mio lavoro. Ma io vado avanti.

Morgan, successivamente, si è lasciato andare ad una lunga analisi riguardante la scena musicale d'oggigiorno, con valutazione finale ovviamente negativa:

Oggi ci siamo abituati ad ascoltare suoni disorganizzati. Ecco perché la gente si rifugia nel monosillabo e non sa più comprendere la complessità. Siamo circondati da ignoranti che vanno avanti a colpi di do, la, sol per entrare in classifica. C'è bisogno che aprano qualche libro. Sono stanco di quelli che fanno musica meccanica con canzoni tutte uguali. È musica da rincoglioniti. Sono piccolo borghesi che dovrebbero lavorare in banca.

Morgan, infine, ha parlato dei suoi progetti musicali attuali e del sogno di tornare in tv, evitando rigorosamente nuove telerisse trash:

Adesso sto raccontando la mia vita in un audiolibro che uscirà a settembre. E i concerti che sto facendo fanno parte di quel progetto. Vorrei fare tv dove non debba litigare più con nessuno. D'ora in poi andrò solo in studi televisivi dove mi tengono sedato.

  • shares
  • Mail