'Hai vinto il disco d'oro. Anzi no', la Fimi nel caos per errori nel conteggio dati streaming

Tante certificazioni assegnate e ritrattate, tra cui quelle degli album di TheGiornalisti, Brunori Sas, Baby K, Ghali e Gue Pequeno

tommy.jpg

La FIMI (Federazione Industria Musicale Italiana) è nella bufera: dopo aver comunicato a tanti artisti, tra cui Brunori Sas, TheGiornalisti, Baby K, Ghali e Guè Pequeno, di aver assegnato loro il disco d'oro, nel pomeriggio ha dovuto ritrattare le certificazioni per un errore nel conteggio dei dati dello streaming. Gli artisti coinvolti sono stati contattati via Twitter, e la Fimi ha poi condiviso sui social un comunicato in cui ha dichiarato che nessuno di quegli album ha ricevuto il disco d'oro.


Una brutta sorpresa, quindi, per Tommaso Paradiso e compagnia, che comunque probabilmente nelle prossime settimane riusciranno a raggiungere l'ambito traguardo. Dal 7 luglio scorso, lo streaming è andato ad affiancare vendite e download nelle classifiche Fimi degli album (per quelle di vendita dei singoli era già calcolato). L'errore è nato perché il conteggio sarebbe dovuto partire da quella data, mentre fra i dati sono stati inseriti anche quelli dello streaming su Spotify o Apple Music delle settimane precedenti.

Ecco l'aggiornamento sui #FIMIAwards:
Tutte le certificazioni relative ai #SingoliDigitali sono confermate (le trovate...

Pubblicato da Fimi - Federazione Industria Musicale Italiana su Lunedì 10 luglio 2017

Le scuse della Fimi sono state immediate, ma ormai la figuraccia era stata fatta, e gli artisti avevano già cominciato a pubblicare post di ringraziamento per il risultato ottenuto. Li conserveranno per un'eventuale certificazione, questa volta reale?

Completamente Sold Out è disco d'oro. Grazie! @carosellorecords #foolica

Un post condiviso da THEGIORNALISTI (@thegiornalisti) in data:


  • shares
  • Mail