Mobb Deep: il rapper Prodigy è morto

Il rapper è morto all’età di 42 anni.

Prodigy, vero nome Albert Johnson, uno dei due componenti dei Mobb Deep, duo hip hop proveniente da New York, è morto all’età di 42 anni. Il decesso è avvenuto il 20 giugno 2017 a Las Vegas, dove i Mobb Deep si trovavano per tenere un concerto.

Prodigy è morto a causa dell’anemia falciforme, una malattia del sangue della quale ha sempre sofferto fin dalla nascita. Le complicazioni dovute all’ultima crisi si sono rivelate fatali.

La notizia della morte del rapper è stata comunicata ufficialmente dal suo agente:

E’ con estrema tristezza e incredulità che confermiamo la morte del nostro caro amico Albert Johnson, meglio conosciuto da milioni di fan come Prodigy del leggendario duo rap di New York, i Mobb Deep. Prodigy è stato ricoverato in ospedale pochi giorni fa a Las Vegas dopo un concerto dei Mobb Deep per complicazioni causate da una crisi di anemia falciforme. Come la maggior parte dei suoi fans sanno, Prodigy ha combattuto la malattia sin dalla nascita. Le cause esatte della morte devono ancora essere determinate. Vorremmo ringraziare tutti per il rispetto della privacy della famiglia in questo momento.

Molte personalità del rap e dell’hip hop statunitense hanno reso omaggio a Prodigy sui social network con un messaggio di condoglianze: tra loro, troviamo Nas, Lil Wayne, Ghostface Killah, Nicki Minaj, Q-Tip, Method Man, Wiz Khalifa, Big Boi e Questlove.

Il suo socio nei Mobb Deep, Havoc, ha pubblicato una foto su Instagram con una semplice didascalia: “Forever”.

La carriera dei Mobb Deep è iniziata nel 1992. Il duo hip hop ha pubblicato otto album: Juvenile Hell (1993), The Infamous (1995), Hell oh Heart (1996), Murda Muzik (1999), Infamy (2001), Amerikaz Nightmare (2004), Blood Money (2006) e The Infamous Mobb Deep (2014).