Scarlet Pleasure, Deja Vu: testo, traduzione e video ufficiale

Scarlet Pleasure, Deja Vu: ascolta la canzone, guarda il video, leggi testo e traduzione su Blogo.it

Prodotto da Joachim Dencker, Emil Goll & Alexander Malone, Deja Vu è il singolo degli Scarlet Pleasure. La band, originaria della Danimarca, ha vissuto per anni a New York City, sede della loro formazione musicale. Il loro primo EP risale al 2014, Mirage, e, visto il buon consenso ottenuto in classifica, hanno firmato poi con la Copenhagen Records.

In apertura post potete vedere il video ufficiale del brano (molto trasmesso dalle radio italiane), qui sotto testo e traduzione.

Scarlet Pleasure, Deja Vu, Lyrics

[Chorus: Emil Goll]
My deja vu
Like so many nights before
We’re so wavy on the floor
Gentle dancing maybe feel a little fancy
Deja vu

Alors alors
Broken hearts and sweet liqueur
Where did you go, my karaoke señorita
With the frozen margarita
Deja vu

[Verse 1: Emil Goll]
Blue eve on my Vespa
Take me to local cities
Take me to local fiesta
I know it’s a fine line but
I’m on vacay on a half time ‘cause
I need the space to get over you

Blue nights on my Vespa
Take me to local cities
Take me to local fiesta
I know it’s a fine line but
I’m on vacay on a half time plus
I need the space to get over you

[Chorus: Emil Goll]
My deja vu
Like so many nights before
We’re so wavy on the floor
Gentle dancing maybe feel a little fancy
Deja vu

Alors alors
Broken hearts and sweet liqueur
Where did you go, my karaoke señorita
With the frozen margarita
Deja vu

[Verse 2: Emil Goll]
Cold breeze by the ocean
Radio gives me a feelin’
Radio give me emotions playin’
Clichés from the 80s and
All it does is remind me that
I need the space to get over you

[Chorus: Emil Goll]
My deja vu
Like so many nights before
We’re so wavy on the floor
Gentle dancing maybe feel a little fancy
Deja vu

Alors alors
Broken hearts and sweet liqueur
Where did you go, my karaoke señorita
With the frozen margarita
Deja vu

Scarlet Pleasure, Deja Vu, Traduzione

Il mio deja vu
Come tante notti prima
Siamo così ondulati sul pavimento
ballando delicatamente forse in maniera un po’ eccessiva
Già visto

cuori spezzati e un liquore dolce
Dove sei andato, mia signorina del karaoke
Con il mio margarita ghiacciato
Deja Vu

La sera sulla mia Vespa
Portami verso le città locali
Portami alla festa locale
Lo so che è una linea sottile, ma
Sono in vacanza a mezzo tempo perché
Ho bisogno di spazio per dimenticarti

Notti sulla mia Vespa
Portami verso le città locali
Portami alla festa locale
Lo so che è una linea sottile, ma
Sono in vacanza a mezzo tempo perché
Ho bisogno di spazio per dimenticarti

Il mio deja vu
Come tante notti prima
Siamo così ondulati sul pavimento
ballando delicatamente forse in maniera un po’ eccessiva
Già visto

cuori spezzati e un liquore dolce
Dove sei andato, mia signorina del karaoke
Con il mio margarita ghiacciato
Deja Vu

fredda brezza dall’oceano
La radio mi trasmette un’emozione
La radio che suona mi porta emozioni
Cliché degli anni ’80 e
Tutto ciò che fa è ricordarmi che
Ho bisogno di spazio per dimenticarti

Il mio deja vu
Come tante notti prima
Siamo così ondulati sul pavimento
ballando delicatamente forse in maniera un po’ eccessiva
Già visto

cuori spezzati e un liquore dolce
Dove sei andato, mia signorina del karaoke
Con il mio margarita ghiacciato
Deja Vu

Ultime notizie su Novità discografiche

Tutto su Novità discografiche →