Mannarino, Babalù è il nuovo singolo (intanto tante date del tour sono sold-out)

Il nuovo singolo ed il tour di Mannarino.

Il nuovo singolo di Mannarino, in rotazione radiofonica da venerdì 24 marzo, è Babalù. Il brano, estratto dall’album Apriti Cielo, “strizza l’occhio da una parte alla suadente leggerezza di Jorge Ben Jor e dall’altra alla lezione dei tropicalisti. Babalú è una maschera, un nome in codice per un eroe che protegge i più deboli dalle ingiustizie del mondo”. Il prossimo 22 aprile, in occasione del Record Store Day 2017, verrà pubblicato anche il 45 giri in edizione limitata di Babalù.

Intanto l’Apriti Cielo Tour ha debuttato il 25 e 26 marzo al Palalottomatica di Roma con un doppio sold out. I live del cantautore romano sono una bomba ed il suo pubblico lo sa bene: i biglietti venduti sono già 50mila e diversi i tutto esaurito nel cartellone (Torino, Milano, Bologna con date triplicate). La tournée primaverile proseguirà fino al 22 aprile ma in estate Mannarino continuerà a suonare: già annunciate la date del 6 luglio al Postepay Sound Rock di Roma e del 3 settembre all’Home Festival di Treviso.

Photo credits | Ilaria Magliocchetti Lombi

Mannarino, Babalù, Testo

[lyrics content=”

Lo volevano ammazzar tutti gli abitanti della città
però adesso che non c’è più non fanno che parlare bene di Babalù

Babalù sta sul cruscotto, Babalù sta dentro al piatto
Babalù sta in tribunale appeso al collo del piede piatto
Babalù sta nel mio cuore, anche il mio cervello è pieno zeppo Babalù

Lo volevano ammazzare tutti gli abitanti della città
E adesso che non c’è più non fanno che parlare bene di Babalù

Babalù sta nel dolore, Babalù sta sopra al letto
Babalù sta al distributore, Babalù ha preso un etto.
Babalù non torna più, in un fascio di luce sta arrivando in paradiso.

Babalù, Babalù, Babalù, dimmi che il mostro non ritorna più
Babalù, Babalù, Babalù pensaci tu

Lo volevano ammazzar tutti gli abitanti della città
però adesso che non c’è più non fanno che parlare bene di Babalù

Babalù sta sopra al monte, Babalù sta sulle antenne
Babalù sta tatuato sopra al braccio di Babalù
Una tribù degli zulù si sta radunando per mangiare Babalù

Lo volevano ammazzare tutti gli abitanti della città
E adesso che non c’è più tutti vanno pazzi per Babalù

Babalù sangue di-vi-no, Babalù è stato forte
Babalù è andato oltre il giorno della propria morte
Babalù non torna più, e forse se ritorna ci porterà lassù.

Babalù, Babalù, Babalù, dimmi che il mostro non ritorna più
Babalù, Babalù, Babalù pensaci tu

Babalù ha una corona che fa male alla testa, ma i bambini sono in festa
In città son tutti pazzi, ormai son tutti pazzi, di Babalù

Babalù, Babalù, Babalù, dimmi che il mostro non ritorna più
Babalù, Babalù, Babalù pensaci tu

//
” id=”757652″]

I Video di Soundsblog

Ultime notizie su Novità discografiche

Tutto su Novità discografiche →